SCORIE

panchina

Scoria [vc. dotta, dal lat. scoria(m) ‘scoria’, dal gr. skorìa, da skòr ‘escremento’, di origine indoeur.] 4 fig. Residuo privo di valore, parte deteriore: si vuole… gittar via le scorie e le male erbe (DE SANCTIS).
Così lo Zingarelli.
E il Dizionario dei sinonimi e contrari Garzanti, alla voce rifiuto: residuato, residuo, resto, scarto, avanzo, rimasuglio, scoria, scarico (p.e. acque di rifiuto); immondizia, spazzatura, pattume; (di persona) reietto, emarginato.

Lunedì, al ritorno da Pesaro, sono incappato nello sciopero dei trasporti e per oltre mezza giornata sono rimasto bloccato a Rimini. Ho allora pensato di andare a passeggiare sulla spiaggia – il mare in novembre ha sempre un certo fascino. Tornando verso la stazione sono passato accanto a una panchina dove un “barbone” (come si dice a Milano, ma se preferite: senzatetto, homeless, clochard, straccione, vagabondo…) aveva preso domicilio. Stava dormendo circondato dalle sue carabattole (curiosa questa parola), ignaro che di lì a poche ore qualcuno nella sua stessa condizione in quella stessa città avrebbe preso fuoco “per mano di ignoti”.

Ignoti un cazzo! – mi vien da dire. Avevo già accusato il precedente governo di essere il mandante dei primi pogrom contro i nomadi; a maggior ragione non posso non ritenere corresponsabile questo governo (che, per sua natura, vocazione e composizione, è dichiaratamente razzista, fascista e xenofobo), di quella miriade di atti quotidiani volti a rendere le nostre città più pulite e “rispettabili”, sgombre da ogni feccia (umana e non) in circolazione. Guarda caso ci sono sempre delle amorose (e inquietanti) corrispondenze tra quel che accade in basso e quel che viene deciso in alto – proprio in questi giorni è stato approvato un emendamento della Lega che istituisce la schedatura delle persone senza fissa dimora.
D’altra parte il primo atto urgente di questo governo non era stato quello dello sgombero dei rifiuti nella città di Napoli? Occuparsi di residui e di scorie è diventato evidentemente un suo pallino programmatico…

E se queste non sono forme sociali, politiche e antropologiche di neonazismo – non più strisciante ma operante – come altrimenti le vogliamo definire?

Annunci

Tag: , ,

6 Risposte to “SCORIE”

  1. enrico de lea Says:

    è una forma di nevorosi questa, di chi vuole curare la “buona amministrazione” (più evidente nelle destre, per il loro fondarsi sull’egoismo sociale) facendo sempre pulizia – polizia, non diversa da quella dell’individuo sempre ossessionato dalla pulizia di casa, fino all’inverosimile …

    il problema resta in essi quello di espungere il male da sé, perché non possono concepire che bene e male sono inevitabilmente intrecciati (sicché il “senza fissa dimora” resta un male dal quale purgarsi, nella nettezza raggiunta di un bene mortifero…)

    leggevo qlc. settimana fa in una rubrica di etimologia/genealogia della Stampa delle origini del cognome Calderoli, che deriva dall’antico mestiere del “calderaio”, che, nelle fiere di paese, riparava pentole padelle etc. (in sicilia io ricordo i “quaddarari”): era un mestieri esercitato da …nomadi (ironia della sorte, ma il famoso autore del porcellum lo saprà?)

    ciao, e.

  2. enrico de lea Says:

    scusami, c’è qlc. errore di battitura e non solo

  3. Fabrizio, the wings Says:

    @enrico de lea
    la buona amministrazione di Brunetta è esemplare come i suoi comportamenti precedenti

    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Che-furbetto-quel-Brunetta/2049037&ref=hpsp

    I tornelli vanno messi per non farlo entrare 😉

  4. Daniele Verzetti, Rockpoeta Says:

    Sai Mario, per quanto io me la cavi discretamente con le parole devo ammettere che altre in sostituzione di quelle da te riportate e cioè “forme sociali, politiche e antropologiche di neonazismo non più strisciante ma operante” non ne riesco davvero a trovare.

    PS: grazie per la segnalazione 🙂

  5. Ares Says:

    Ares ^__^

    Ma come fanno a censirli ?… mettono degli agenti a setacciare il territorio: ogni ponte,ogni stazione, ogni anfratto cittadino ? …… e questi agenti chi li dovrebbe pagare per il loro servizio, pantalone?

    .. o fanno il censimento, senza sporcarsi le mani, solo di coloro che utilizzano i servizi assistenziali offerti dallo stato, regioni, istituti religiosi o ONLUS convenzionate..

    Io spero solo che vogliano capire se i soldi pubblici stanziati sono proporzionati al numero di indigenti senza fissa memoria …secondo me anche in quell’ambito gli sprechi sono tanti e i soldi spesi non vanno a beneficio dei deboli ma finiscono nelle tasche sbagliate..

    .. certo e’, che non e’ un aspetto che ha carattere emergenziale..di sprechi ce ne sono soprattutto tra le mura parlamentari.

  6. redbeppe Says:

    Daniele Verzetti, Rockpoeta sono d’accord con te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: