E tre!

Il 19 febbraio 2007 aprivo il blog, un po’ per celia un po’ per gioco un po’ per… no, per noia direi di no. In verità c’è un retroscena che non ha nulla di faceto o giocoso; potrei anzi dire che si trattò di una sorta di effetto indotto da “cascami lavorativi”. L’idea mi era infatti stata messa in testa da un mio collega ed amico – tal Gianni Stefanini, direttore di una delle reti bibliotecarie più importanti d’Italia, il Csbno (cui la mia biblioteca ha la fortuna di aderire) – il quale nella sua (un po’ pazzoide) visionarietà, prefigurava già una gamma di servizi digitali che i nuovi cybrarians avrebbero potuto e dovuto offrire agli utenti del web. Tanto più che – secondo lui – le biblioteche tradizionali erano destinate al declino… (ne approfitto per ringraziarlo e restituirgli il merito dell’intuizione originaria).
Cominciai così a sperimentare e postare (il termine mi fa ancora venire i brividi) tramite una piattaforma provvisoria (e piuttosto inadeguata) della suddetta rete Csbno. Dopo di che feci la scoperta di WordPress e, nonostante un certo analfabetismo digitale, mi buttai nell’impresa – non più per lavoro, a questo punto, ma per “hobby”, come si suol dire. Peccato che la filosofia non sia per nulla un hobby, sia anzi una cosa maledettamente seria, forse una delle cose più serie in cui si possa incappare nella vita. E blablabla. (La pianto qui, altrimenti va a finire che mi cimento in una filippica critica sul concetto di blog e sull’ossimoro contenuto nell’espressione “blog filosofico”. Ma anche in questo abbiamo già dato).

Ad ogni modo – come dicevo – un po’ per celia un po’ per… (noia s’è detto di no, e allora diciamo per… caso), nacque La Botte di Diogene. Due righe ogni tanto, passaggi fugaci per vedere se qualcuno commentava, una qualche risposta improvvisata, e tutto sarebbe finito lì. 1-2 minuti al giorno, non di più. Due clic, quattro pigiate sui tasti, un invio e chiuso. E in effetti per le prime settimane (e anche mesi) fu più o meno così. Anzi, inizialmente usai il blog quasi solo per riversarvi un po’ di scritti e riflessioni degli ultimi anni. Come raccolta, scrittoio virtuale, gioco. Contenitore organizzato di materiali.

Oggi, 377 post (equivalenti a un grosso tomo di svariate centinaia di pagine), 6279 commenti, e 195.800 visite dopo, con una media quotidiana attuale di 270 circa, mi trovo in una situazione di grave imbarazzo, visto che certi giorni il mio studio, la mia ricerca e la mia meditazione filosofica (cioè il presupposto stesso di questa baracca virtuale) languono e vengono fagocitati e surclassati dall’attività bloggeristica. Come dire che se va avanti così o bloggerò senza filosofia o filosoferò senza blog. Naturalmente scherzo – anche se non del tutto. In realtà posso tranquillamente reggere anche per il quarto anno a venire, senza che venga compromesso più di tanto il mio equilibrio psicosofico. Dopo, si vedrà…
Termino, come sempre, con una carrellata di perle linguistiche che hanno “tradito” i ricercatori di google e simili, i quali si saranno a loro volta sentiti “traditi” dalla Botte – insomma, per la serie chi cerca (sul web) manco per niente trova! Non prima però di aver ringraziato: lettori e lettrici, commentatori e commentatrici, avventori e avventrici, …ori e …ici.

***

Le parole-chiave che seguono sono elencate a casaccio, e una buona metà ha a che fare con pornonauti (sicuramente maschi), in cerca di basso eros bestiale più che di alta agape concettuale – dunque avrei anche potuto ometterle, però il piatto sarebbe risultato un po’ insipido e incolore. Ho evidenziato in corsivo le mie preferite.

zeta la formica e la filosofia di hegel
scopare marocchini
voglio scoparmi un’ebrea
marce funebri gratis
senza muttande
fumare una sigaretta porta a dei concett
giochi di dare botte ai bambini
13enni fighe
sfondi bellissimi x interventi
sparire filosofico
mediaset logo
frase per non incazzarsi
accessori per pulizia armi fini
blog di chi rifiuta la chemio
cazzotto nei coglioni
il significati di giurin giuretto
ragazzi che hanno devastato la stazione
http://www.piselliuomini.com
vai a donne prendi la frusta nietsche
rincoglionimento linguistico
perchè la specie umana si estinguerà
come morire il più in fretta possibile
perchè imparare la filosofia ai bambini
donne ard
come piecere ad una ragazza che incontri
botti da fare il burro
sesso tra rom zingare femmine
visita leva eccitato
le scopate di nuvola nera
berlusconi alto
perdente di natura foto
froci,ermafroditi,con cazzo e figa grati
obiettore culo
vai dalle donne,prendi la frusta
gesticolare da checca
berlusconi frocio
giochi erotici col culo rosso di botte
botti per liquami usate
panettieri senza glutine a gallarate
fase riproduttiva cavolfiore
immagini emo d’amore x i blog
quanto resiste l aids in una sigaretta
canzoni contro i negher
l’ansia porta i bollori sotto i piedi?
secchione aiutami a fare l espressioni
come si fuma una sigaretta
foto da uomo con il biberon
apologia della testa vuota
orge filosofi
deformazione umana pornografica
messina la città dei morti viventi
tutto svastiche
mario domina suicidio
come ci si suicida
numeri collegati a fiche nude
hegel, gli ultimi tizzoni
mario domina lamenti
la filosofia è inutile al giorno d’oggi
ho dolori in tutto il corpo cosa può ess
zoccola di via diogene
se la lascio si suicida
foto cazzi enormi marocchini negri gay
meglio romeni o albanesi?
come mandare via lodore della pecora e
glog filosofia
cosa usano le streghe rumene
socrate merda
cosa succede se nella tesi c’è un errore
denne da scpare a rescaldina
vegetariani del cazzo
vorrebbe essere chic ma è coatta
pene in bocca alle donne
la filosofia del sedano

Annunci

Tag: ,

16 Risposte to “E tre!”

  1. Vincenzo Cucinotta Says:

    Allora auguri, in attesa della quarta candelina, mentre questo risulterebbe così essere il 6280esimo commento che ti distoglie dalle tue attività 😀

  2. BASILIO FARANDA Says:

    CIAO MARIO AUGURI DI CUORE PER IL TERZO ANNO DI ATTIVITA’ DI QUESTO TUO SPLENDIDO LAVORO ANCHE SE è CADUTO IN QUESTA SETTIMANA PARTICOLARE A PRESTO BAS

  3. Aldo Says:

    Caro Md
    “non puoi lamentarti prima dell’eccessiva carne al fuoco e poi piazzare sul piatto lo spirito di Hegel (nientemeno!), i tomi di Severino, la tracotanza del logos e quant’altro…

    Apro una parentesi:
    Lo so, lo so che Hegel ti intriga “oltre misura”, perchè spiega l’uomo come assolutamente “altro” dagl’animali, come demiurgo che plasma il reale “a sua immagine e somiglianza” (rispettabile punto di vista, che stride, però, con altre considerazioni da te prospettate sull’assoluta contingenza dell’uomo).
    Chiusa parentesi.
    Ora rispondo alla tuo “non posso lamentarmi”.
    Semplicemente, banalmente esemplificavo. Non proponevo un dibattito! Che fatica “mettere i puntini sulle i”, precisare, precisare .. ! Si passa la maggior parte del tempo-blog a chiarire dettagli, piuttosto che ad affrontare i temi nel merito.

    Tu dici:”la filosofia non sia per nulla un hobby, sia anzi una cosa maledettamente seria, forse una delle cose più serie in cui si possa incappare nella vita” .

    E, allora, perchè ritieni che sia possibile un approccio filosofico “serio” nel Blog (grasso che cola), visto che quest’ultimo si basa fondamentalmente sul frammentario, sull’anarchia libertaria, sull’assenza di regole, sui silenzi, sulla troppa carne al fuoco (la tua, anche se ottima), sul “mordi e fuggi”?
    Direi che nel blog si possono, al massimo, assaggiare “stuzzichini”, magari anche gustosi, ma che certamente non possono togliere la fame “filosofica” (tramite dialoghi stringenti e responsabilmente condivisi).
    Deontologia vorrebbe che tu mi dessi una risposta “definitiva” in merito (tu al contrario tergiversi e latiti ), anche in considerazione del fatto che stai festeggiando il compleanno del tuo Blog e che, quindi, sei nello stato d’animo appropriato per trarre “bilanci”.
    A proposito: auguri e non di circostanza!!!

  4. Luciano Says:

    Salve.
    Caro MD, innanzitutto un grande augurio per questo terzo compleanno!

    Ora passiamo alle dolenti note. Non capisco perché periodicamente si riaffaccia il problema della forma-blog delle discussioni e soprattutto della qualità/quantità delle cose che discutiamo. La filosofia, per quel che penso io, è dialogo, scambio di idee. Certamente si può fare un seminario accademicamente altisonante su un filosofo X, ma non si fa filosofia, si fa, nel migliore dei casi esegesi quando non storia della filosofia. La filosofia è una materia viva. Faccio filosofia quando do la mia opinione critica rispetto ad un problema filosofiocamente rilevante. Quando dico la mia. Ci sono persone (non intendo nessuno in particolare…è una considerazione del tutto generale) che pensano basti citare (letteratura, filosofia etc. etc.) per essere una persona di cultura. Ma è lo stesso che se andassimo a vedere un film e ti chiedessero cosa ne pensi e tu rispondessi “questo mio amico dice che il film è bellissimo”. Io voglio sapere che cosa ne pensi tu. Poi ovviamente il leggere di filosofia ti fornisce dei riferimenti concettuali e lessicali, nuove categorie linguistiche, assolutamente importanti. Ma non basta. Ci vuole il tuo pensiero, il tuo punto di vista, altrimenti sei un contenitore e neanche efficiente perché i dispositivi su cui memorizziamo le informazioni sono molto più utili. Ma tanto se ne riparlerà….

    A presto.

  5. md Says:

    @Aldo: davvero non capisco che risposta “definitiva” mi chiedi.
    Non mi sono mai sottratto alla discussione, tanto più se riguarda il senso stesso della discussione (e dunque la stessa “ontologia” della forma-blog). Proprio per la natura di una “discussione sulla discussione” non credo però possa esserci risposta definitiva (anche se in verità non lo credo per alcunché).
    Io scrivo degli articoli su questo “giornale virtuale”, che ha dei limiti così come li hanno tutti gli strumenti di scrittura e di comunicazione: chi vuole mi legge, chi se la sente mi legge e commenta, chi preferisce tace, o passa ad altro, ecc.
    Non credo di avere mai dichiarato pubblicamente intenzioni sistematiche né tantomeno credo di aver promesso di soddisfare la fame filosofica di nessuno. Oltre al fatto che non è detto che nella frammentarietà, nell’anarchia e nell’assenza di regole non possa esserci qualcosa di “serio”.
    E, tanto per mettere i puntini sulle i, ti prego, lascia che sia io a dire che cosa mi intriga o non intriga di Hegel.

  6. md Says:

    @ Vincenzo, Bas, Aldo e Luciano:
    grazie per gli auguri!

  7. Fabrizio, the wings Says:

    Buon compleanno al blog, allora.
    Continua così
    Fabrizio

  8. md Says:

    grazie Fabrizio! mi dispiace averti trascurato un po’ negli ultimi tempi (così come altri amici blogger – resta il fatto che i primi non si scordano mai…)

  9. Fabio S. Says:

    Auguroni. Sono impegnatissimo e non ho avuto tempo di intervenire da ultimo sul blog.

    Mi piacerebbe indagare i rapporti tra filosofia e diritto.

    Diritto, infatti, E’ filosofia. Ma in che misura le due discipline si incontrano e si confrontano?

    Cos’e’ la legge?

    Il senso della GIUSTIZIA e’ innato? Che rapporto c’e’ tra legge, giustizia e sentimento etico di un popolo?

    Appellarsi direttamente alla coscienza civile del popolo e’ apparente democrazia o sviluppo inevitabile di un totalitarismo nascente?

    Insomma: un magistrato non avrebbe mai mandato a morte Gesu’, come invece ha fatto il popolo…

    Dunque l’ordinamento giudiziario e’ a garanzia della libertà democratica molto piu’ di un ricorso ad una pericolosa deriva panpopolare.

  10. md Says:

    @Fabio S. grazie anche a te!
    accidenti, temi alti e impegnativi quelli che proponi – non so quando e in che termini potranno essere affrontati qui, ma credo che l’occasione non mancherà…

  11. enrico de lea Says:

    AUGURONI MARIO

  12. Paola D. Says:

    Il tuo blog “serissimo” invece mi ha dato modo di ricaricarmi con delle macroscopiche risate a causa di quelle perle di parole chiave che hai pubblicato, cosa che mi ha ripagato abbondantemente delle trilogie “oscure” che, seppur volontariamente, ho dovuto/voluto subire.
    Quando vuoi , sai essere anche simpatico.
    Auguroni, a presto.

  13. md Says:

    @Enrico e Paola: grazie!

  14. florario Says:

    ma che gente cerca -giochi di dare botte ai bambini-?
    grazie per le risate e lunga vita al tuo bellissimo blog!

  15. md Says:

    hai ragione florario, circola della gente davvero strana in rete…
    grazie!

  16. Fabrizio, the wings Says:

    @md
    trscurato? Non preoccuparti, fossero questi i probleimi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: