Amletismi – 8

(pubblico quanto scritto dall’amico virtuale nonché compaesano Tindaro Starvaggi, a commento del mio post “Da Hegel a Nietzsche”)

«Una domanda sulla “pericolosità” del prospettivismo di Nietzsche. Fin dove ci si può spingere? Nietzsche si fa interprete di un processo di secolarizzazione già in atto (peraltro ben descritto da Max Weber negli stessi anni), evidenziando la fine degli assoluti, la morte di Dio come l’Assoluto per eccellenza. Ma dove si può arrivare? Da laico mi sono sempre posto questo problema. Relativizzare la dimensione gnoseologica ha aiutato lo sviluppo della civiltà umana. Ma è possibile mantenere la dimensione spirituale-fideistica (e il suo indubbio contributo culturale e sociale) senza doverla sottoporre al Tribunale del prospettivismo cognitivo? Insomma, posso credere in Dio e (senza ma) ricercare soluzioni non creazioniste sulla sussistenza delle res cogitans e res extensa? Tomismo e relativismo: una dicotomia insaldabile?»

Autore: md

Laureatosi in Filosofia all’Università Statale di Milano con la tesi "Il selvaggio, il tempo, la storia: antropologia e politica nell’opera di Jean-Jacques Rousseau" (relatore prof. Renato Pettoello; correlatore prof. Luciano Parinetto), svolge successivamente attività di divulgazione e alfabetizzazione filosofica, organizzando corsi, seminari, incontri pubblici. Nel 1999, insieme a Francesco Muraro, Nicoletta Poidimani e Luciano Parinetto, per le edizioni Punto Rosso pubblica il saggio "Corpi in divenire". Nel 2005 contribuisce alla nascita dell’Associazione Filosofica Noesis. Partecipa quindi a un progetto di “filosofia con i bambini” presso la scuola elementare Manzoni di Rescalda, esperimento tuttora in corso. E’ bibliotecario della Biblioteca comunale di Rescaldina.

4 pensieri riguardo “Amletismi – 8”

  1. Ti ho scoperto per puro caso… tramite dolcissima Maribel della Scozia…
    più che altro mi ha attirato il nome del blog, ma anche le temi non mi sono estranee.
    Intanto ti fisso sulla mia bacheca per tenermi aggiornata, anche se, confesso, con Nietzche vado oscillo tra l’odio e l’amore.

    A presto,
    Ziamame

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: