L’assassino

Ammutolito dai fatti di Norvegia. Ragione balbettante, che s’inceppa, gira a vuoto. Eppure la ragione sta dietro a quei fatti. Una mente li ha partoriti, dopo averli pianificati a lungo. Fa orrore tutto ciò. Il sonno della ragione genera mostri. Ma anche la ragione diurna li genera. Dialettica dell’illuminismo. Io che sono convinto apologeta di entrambi. Eppure lo sapevo da tempo – anche dietro i campi di sterminio c’era la ragione. E pure in abbondanza. Ma vederlo sui corpi massacrati di Oslo – quelli giovanissimi di Utoya, eliminati con metodo e con rigore – rinnova lo sgomento. Perché la ragione che cerca di capire se stessa – e il suo coté noir, il suo lato oscuro – rischia di incartarsi. Di non arrivare a nulla. Restano solo frammenti e macerie. Un dire smozzicato come il mio di oggi.
E allora provo a rivolgermi altrove. Guardo i ritratti del mio pittore prediletto. Connazionale del fondamentalista nazicristiano. Il “conservatore culturale”. Magari c’è anche il suo volto in quei ritratti. L’urlo, l’alienazione, l’angoscia, l’estraneità, il dolore, la morte – nessun altro è riuscito a rappresentarli come lui ha saputo fare.
Ci sono però due quadri di Munch che si stagliano più netti. Agitazione interna, L’assassino. Nel primo il lavorìo silente della mente. Noi non sappiamo che cosa agiti l’uomo ritratto. Quale sconvolgimento ne percorra lo spirito. Quali pensieri e propositi. Così come per anni il carnefice di Oslo e di Utoya. Trafitto dalla neritudine. Da una ragion folle e nichilista. (Che forse si è fatto finta di non vedere. Eppure i segni c’erano e ci sono, ovunque e in abbondanza). Ma ora è di lui che parlo. Anche se non intendo nominarlo.
E di fatti è l’altro quadro quel che gli si attaglia di più. L’assassino. Con quel viso verde, anonimo, cancellato. Uno qualunque. Uno di noi. Alterità e identità che si confondono. Il male, il lato oscuro, l’orrore – sono qui. Non altrove. E lui avanza verso di noi. E’ già nel nostro spazio. Ci fissa con quei due punti neri, terribili. Quelle mani rosse di sangue penzolanti. Il paesaggio attorno è stravolto. La natura cancellata come quel volto. Segno di un’irrelatezza estrema.
Lui è qui, non altrove.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , ,

52 Risposte to “L’assassino”

  1. vincenzo russo Says:

    Il gesto terroristico avvenuto in Norvegia non ha nessuna giustificazione. L’ergastolo sarebbe ancora una pena mite.
    Bisogna però provare a capire seriamente il perché di questi gesti così estremi e provare ad evitarli con un confronto politico e democratico ,delle diverse volontà dei popoli. Senza accusare falsamente le religioni di queste tensioni sociali.
    Il problema vero che porta a questi contrasti estremi sta nell’imposizione della così detta politica corretta e di tutte le ideologie massoniche di uguaglianza delle culture, di multi etnicità e integrazione di costumi e religioni ,con apodittiche affermazioni di necessità e superiorità morale.
    In realtà così si affermano solo i principi strumentali e falsi della massoneria e della globalizzazione della manodopera a buon mercato,della borsa e della finanza.
    Purtroppo non esiste un spazio consentito di confronto democratico e non violento ,che consenta in modo pacifico di rifiutare a maggioranza ,l’idea di divenire tutti mulatti e di far prevalere un finto ecumenismo ,che consiste poi in realtà di sincretismo religioso.
    E’ invece lecito volersi isolare PACIFICAMENTE dagli altri costumi e credenze e non volersi far contaminare .
    La libera circolazione delle genti la si potrebbe limitare ai viaggi culturali ,agli scambi commerciali e alla persecuzione per motivi politici.
    Limitando invece a quasi niente quella circolazione per motivi di lavoro, che è molto improbabile che porti le integrazione di massa postulate ideologicamente e irresponsabilmente anche dalla chiesa.
    La chiesa lo fa per salvaguardare i cristiani perseguitati nel mondo, ma la cosa non funziona. Si farebbe prima a prenderceli tutti in occidente i cristiani perseguitati ,al posto dei diversi e malintenzionati extracomunitari .
    Un tempo alcuni prelati indicavano di preferire gli immigrati cattolici filippini, poi hanno ceduto alle bontà umanitarie massoniche.
    Riflettete e vi accorgerete che le multinazionali ci manovrano per loro interessi, spingendoci ad una globalizzazione insana e mortale.

  2. Carla Says:

    è stato un atto spaventoso, un incubo, probabilmente originato da turbe psicopatiche…
    come una macchia, la psicopatologia, si sta diffondendo largamente…e questo è molto inquietante.

    Come tu sottolinei, Munch rende bene l’idea.

    (io ho paura certe volte, quando guido, quando vedo che la gente non ha più la pazienza di andare piano…ho paura per l’umanità, che nella sua frenesia, nell’impeto della sua frenesia, può uccidere chiunque).

  3. md Says:

    @vincenzo russo: mi pare che lei e il signor Breivik vi intendiate su molte cose – ecco, appunto, “lui è qui, non altrove”…

  4. egilllarosabianca Says:

    Caro /a md Vincenzo Russo commenta e considera senza
    indugiare in superficie cosa che tu fai –
    Egill

  5. md Says:

    @egillarosabianca: ahimé, purtroppo mi tocca spesso abbandonare la superficie per calarmi in acque piuttosto torbide. L’ho fatto a suo tempo, ad esempio, in una faticosissima “Trilogia del lato oscuro“.
    Se poi le profondità argomentative alle quali attingere sono quelle “suprematiste” e “razziste” di certo linguaggio (due parole valgano per tutte: “mulatti” e “contaminare”), beh allora preferisco scivolar via verso acque un po’ più limpide…

  6. Carla Says:

    la prima cosa che viene da pensare è che non esiste ragione, però è vero anche che dietro a ogni mente umana c’è una ragione.
    viene da pensare che non sia umana la persona che ha compiuto quel gesto.
    ma la sembianza è più che umana, e all’apparenza non è per niente un mostro.
    ciò significa he la mostruosità può annidarsi ovunque….

  7. Pensierodud Says:

    Hai scritto un bel post. Dolente e lucido. Il lato oscuro è istituzionale nell’uomo e ribadire che non è nell’altrove aiuta, se non altro, a porre il problema.
    Ciao

  8. rozmilla Says:

    ho sentito che l’unione europea si sta riunendo per cercare dei rimedi al problema, e per arginare …
    mi chiedo è possibile ipotizzare un reato di istigazione alla xenofobia e al razzismo? o se già esiste?

  9. vincenzo russo Says:

    Il gesto terroristico avvenuto in Norvegia non ha nessuna giustificazione. L’ergastolo sarebbe ancora una pena mite.
    Bisogna però provare a capire seriamente il perché di questi gesti così estremi e provare ad evitarli con un confronto politico e democratico ,delle diverse volontà dei popoli. Senza accusare falsamente le religioni di queste tensioni sociali.
    Il problema vero che porta a questi contrasti estremi sta nell’imposizione autoritaria della così detta politica corretta e di tutte le ideologie massoniche di uguaglianza delle culture, di multi etnicità e integrazione di costumi e religioni ,con apodittiche affermazioni di necessità e superiorità morale.
    In realtà così si affermano solo i principi strumentali e falsi della massoneria e della globalizzazione della manodopera a buon mercato,della borsa e della finanza.
    Purtroppo non esiste uno spazio consentito di confronto democratico e non violento ,che permetta in modo pacifico di rifiutare a maggioranza ,l’idea di divenire tutti mulatti e di far prevalere un finto ecumenismo ,che consiste poi in realtà di sincretismo religioso.
    E’ invece lecito volersi isolare PACIFICAMENTE dagli altri costumi e credenze e non volersi far contaminare .
    La libera circolazione delle genti la si potrebbe limitare ai viaggi culturali ,agli scambi commerciali e alla persecuzione per motivi politici.
    Limitando invece a quasi niente quella circolazione per motivi di lavoro, che è molto improbabile che porti le integrazioni di massa postulate ideologicamente e irresponsabilmente anche dalla chiesa.
    La chiesa lo fa per salvaguardare i cristiani perseguitati nel mondo, ma la cosa non funziona.
    Si farebbe prima a prenderceli tutti in occidente i cristiani perseguitati ,al posto dei diversi e malintenzionati extracomunitari jadisti.
    Un tempo alcuni prelati indicavano di preferire gli immigrati cattolici filippini, poi hanno ceduto alle bontà umanitarie massoniche,(il falso vangelo del peloso e falso volemoce bene ,che nessuno però ricambia a noi cristiani).
    Riflettete e vi accorgerete che le multinazionali ci manovrano per loro interessi, spingendoci ad una globalizzazione insana e mortale per tutti i popoli e per tutte le culture .
    Purtroppo già ieri 25/07/2011, tutta la stampa e la televisione organica ha cominciato a martellarci sulla bontà dell’immigrazione e della società multiculturale.
    Non ci siamo proprio capiti.
    Il prevalere prepotente dall’alto ,di queste idee massoniche ,sulla maggioranza dei popoli occidentali ,i quali popoli gradirebbero di non essere invasi e snaturati ,è la causa stessa delle reazioni abnormi e violente dei singoli matti.
    Se ci fosse invece uno spazio consentito di opposizione democratica alla globalizzazione e all’immigrazione jadista, non si avrebbero questi eccessi di reazione.
    La sinistra estrema è invece divisa tra l’antiglobalizzazione violenta dei no global e l’appoggio che da ad essa globalizzazione in modo più o meno confuso, con le sue battaglie per l’immigrazione selvaggia.
    Ora è più chiaro?
    Come sempre è la prepotenza d’imporre con la disinformazione le volontà politiche comuniste e massoniche a far nascere il fascismo di reazione. La storia insegna che il fascismo nacque quasi due secoli dopo le prime idee comuniste della rivoluzione francese che fu snaturata da rivoluzione borghese a rivoluzione massonica e socialista.

  10. vincenzo russo Says:

    A egilla rosa bianca voglio dire : sei proprio tu che non leggi bene il pensiero altrui e scateni guerre ideologiche in un bicchier d’acqua pesante, per la tua cattiva volontà unilaterale. Sei tu che fuori da ogni significato semantico dai connotati negativi al termine mulatto e al predicato contaminare. Il male sta in te caro fratello . Sei proprio tu uno di quegli untori di odio che ti scagli irragionevolmente contro chi ti chiede di sentire anche le ragioni altrui. Tu ci trascini in quelle acque nere che vorresi sfuggire e che chiami acque chiare.
    Anche i neri e gli indiani non vogliono divenire mulatti e ache il pastore tedesco non vuole essere un barboncino e viceversa.TUTTI HANNO AMORE PER SE STESSI. Solo tu vuoi mischiare tutto e così generi odio e resistenza fascista, contaminando tutte le ricchezze di tutti i popoli.
    Le ricchezze restano tali però solo nel loro contesto, altrimenti tutto diviene torre di babele come la tua testa che si sente presuntuasamente evangelica ed ispirata al bene ed invece e completamente stravolta nel male della confusione di tutti i tuoi sentimenti travisati.
    Ciao con affetto.
    Non si risponde con gli slogan agli argomenti profondi.

  11. md Says:

    @vincenzo russo: per il primo commento mi pare di poter dire… “repetita non juvant”;

    per il secondo, invece: non ho capito a chi lei si rivolge, forse non ha letto bene il commento di egillarosabianca (che non so proprio chi sia, ma poco importa, è lo stesso benvenuto/a), e nemmeno la risposta che le ho dato (io: md, mario domina, tanto per essre chiari).
    Ma a questo punto torno a rivolgermi a lei, signor Russo: quali sarebbero gli “argomenti profondi”? Una sequela di luoghi comuni su massoneria, comunismo, complottismo e quant’altro? Una teoria della storia a dir poco semplificata e manichea?
    E poi: non capisco il termine “mulatto”: io, oltretutto, lo sono senz’altro, visto che sono il prodotto di antiche mescolanze arabe, normanne, sicane, fenicie, aragonesi, francesi e chissà cos’altro. Sono un frutto bastardo, e fiero di esserlo, di quelle alchimie secolari.
    E ancor meno comprendo “contaminati” e “snaturati” – che presumono un concetto di “purezza” e di “naturalità” che mi pare molto più vicino ai già nefandi manifesti della razza degli anni ’30.
    Insomma, non ci siamo proprio: le idee che lei propaganda, sono esattamente quelle che il signor Breivik di Norvegia ha messo in pratica qualche giormo fa – e che certi nazileghisti nostrani covano da molto tempo.

  12. md Says:

    a proposito, sig. Russo, dimenticavo: poiché sono molto più giacobino, forse pure massone, marxista (all’occorrenza stalinista) e, come dice lei, no-global violento, molto più di quanto io non sia liberal-democratico, le chiedo (per ora) cortesemente di lasciar perdere e di astenersi dall’utilizzare questo blog per propagandare le sue idee. Non mi sento ancora così ecumenico…

  13. vincenzo russo Says:

    Volevo rispondere ad md e non a egilla. Una telefonata ricevuta mentre scrivevo il mio secondo commento ,(più chiaro e dettagliato per non essere frainteso ),mi ha fatto errare il destinatario.
    Comunque Lei md non dimostra buone intenzioni di dialogare oppure finge di travisare i miei riferimenti storici per affermare la versione storica inventata dalla disinformazione sovietica.
    Io comunque per sua informazione fui in buona fede dirigente della CGIL e del PCI.
    Non mi sono fatto però lavare il cervello. Il mio era un comunismo umanista e dal volto umano con retrogusto cristiano. Quando seppi dello stalinismo e della massoneria antiebraica sovietica e degli accordi intercorsi tra Hitler e i mussulmani e quando capii che ora sono i comunisti a caldeggiare per la jad ,mi rivolsi allora senza meno a pensieri di pace per tutte le razze e per tutti gli uomini.
    Col mio commento volevo appunto far desistere non Lei, che non sapevo tanto indottrinato e violento, ma un poco tutti noi ,dai contrasti ideologici occulti, che sfociano nella violenza reciproca.
    Un dialogo aperto e democratico che riconoscesse i diritti pacifici e non violenti a non essere trasformati ,tutti gli uomini di ogni razza e colore, in una sola minestra scolorita, eviterebbe le posizioni fasciste folli ma anche quelle massonico comuniste subdole.
    Lo ripeto il fascismo violento nasce dalle posizioni violente dell’ideologia ipocrita ,che si finge democratica ma costruisce disinformazione storica e sociologica al fine della presa del potere della casta massonica ed economica mondiale.
    Poi valli a scovare tutti i loro nascondigli ideologici ed i loro intellettuali organici.
    L’unica difesa sarebbe appunto la mia proposta di confronto non violento e democratico ,che Lei travisa .
    Comunque la saluto augurandomi che Lei mi abbia frainteso in buona fede e non abbia invece voluto zittirmi perché fa parte anche Lei degli intellettuali organici di cattiva memoria.

  14. egilllarosabianca Says:

    Egill-larosabianca- Non scateno guerre ideologiche,arrivo tardi
    per questo -Qualcuno le ha già scatenate e questa é Storia se
    si vuole prendersi la briga di rivedere il passato-Le mire espansionistiche hanno un luogo di partenza-Forse io ho letto
    con distrazione il suo commento,io avverto disprezzo nel leggere
    anche soltanto il mio nome riscritto e modificato,anche questo é
    superbia,in definitiva razzismo-Ho letto affretatamente il suo post
    Sig Vincenso –
    Egill

  15. md Says:

    @vincenzo russo: guardi che sul potere della “casta massonica ed economica mondiale” – che sarebbe meglio chiamare col suo nome, cioè “capitale” – aveva scritto cose piuttosto sensate Marx un secolo e mezzo fa, mica l’altro ieri. Forse una rilettura (anche veloce) del Capitale non farebbe male, a proposito di processi globali, mercificazione, ideologia e quant’altro, senza scomodare i complotti massonici.
    La “minestra scolorita” è quella dell’omologazione capitalistica, mica quella della mescolanza (gli umani si son sempre mossi sul pianeta, e sono tali proprio per questo loro muoversi in lungo e in largo). D’altro canto nemmeno le identità etniche, nazionali o di presunti popoli (identità che troppo spesso qualcuno si è inventato) serviranno a risolvere i conflitti, anzi mi pare che fino ad ora li hanno moltiplicati, o meglio deviati dal loro vero centro.
    Il problema è uno solo: quello dell’eguaglianza, dell’eguale accesso alle risorse. Nè il monoteistico capitale, né tantomeno le politeistiche patrie separate ad arte (e dallo stesso capitale usate) sono una soluzione ad una convivenza pacifica e democratica.
    E comunque resta il fatto che il linguaggio è spia essenziale del pensiero e dell’ideologia sottesa: chi parla di “mulatti”, “barboncini”, “contaminazioni” e “snaturamenti”, non può poi venire a proporre soluzioni democratiche, non-violente, umanitarie con retrogusti cristiani (altra minestra scolorita e riscaldata, tra l’altro) – nascondendosi magari dietro le “sfumature semantiche”.
    E poi: passi il “violento”, ma indottrinato da chi e a che cosa?

  16. vincenzo russo Says:

    Ma non leggete niente con attenzione? Ho già chiarito che la mia risposta era per md e non per egillarosabianca.
    Perché ora si scatena anche Egillarosabianca in accuse di razzismo proprio verso di me che propongo la pace tra tutti i popoli,senza che ci sia realmente alcun senso semantico negativo nei miei commenti.?
    Io volevo solo invitare tutti a capire che gli estremismi e le imposizioni della cultura dell’accoglienza ,sono essi stessi causa delle reazioni estreme fasciste.
    Se lasciaste uno spazio di confronto democratico alle idee di identità di tutti i popoli, nel rispetto reale di tutti gli usi,costumi e credenze diverse. Capireste che ciò è possibile solo continuando a conservarli integri nei loro luoghi di origine identitaria., L’idea che sia possibile l’esportazione violenta o subdola o interessata dei popoli e dei loro costumi e credenze in altri paesi ,indicando come possibili le società multirazziali e multiculturali è una sciocchezza massonica o strumentabile in malafede o per ignoranza da parte di ogni sorta di rivoluzionari e anarchici.
    Guardateli bene i paesi multiraziali e multiculturali che già esistono e capirete un poco meglio che orrore è venuto fuori dal colonialismo e dallo schiavismo e dall’immigrazione incontrollata per motivi economici e non culturali. Ne sono derivate solo sfruttamento ,ed esportazione di mafie etniche.
    I popoli per vivere in pace e sicurezza devono spostare solo piccole quantita di uomini per fini commerciali, culturali , di scienza e per protezione politica e religiosa ai perseguitati ,non per fingere attenzione alle miserie e alle carestie. Le miserie e le carestie vanno debbellate in loco con gli aiuti reali tra razze e popoli.
    Marx fu il primo a dire cose sbagliate quando pronosticò la rivoluzione proletaria nei paesi capitalisti. Queste avvennero invece tutte in paesi sottoproletari e poveri ,dimenticati a se stessi dalla comunità internazionale .
    I sottoproletari sono infatti un problema peggiore della borghesia per i veri proletari che cercano benessere e pace alleandosi alla piccola borghesia, con gli strumenti della democrazia ed il rispetto di tutte le idee ,nel confronto e nella partecipazione.
    Voltaire sarebbe morto per far esprimere coloro che non la pensavano come lui.
    Robespierre e Stalin invece, come md ,pensano che se non c’è l’avversario non c’è problema.
    Infatti :mi fraintendete oppure volete zittirmi?
    PACE E BENE A TUTTI .

  17. Pensierodud Says:

    E’ tutto talmente difficile ultimamente e tanti cattivi segnali arrivano dal mondo che, senza entrare nel merito della questione, mi viene solo da prendere l’augurio finale di V.R. e diffonderlo ovunque sia possibile. Dalla Norvegia in lutto alla Somalia disastrata e a tutto il resto del nostro pianeta.
    Possano gli uomini recuperare il senso della centralità dell’essere umano e possano essere in pace.
    Un saluto.

  18. md Says:

    @Vincenzo Russo: Marx pronosticò pochissimo e studiò, pensò ed analizzò in abbondanza (cosa che tanto i suoi seguaci a parole quanto i suoi detrattori non fanno più da molto tempo – ammesso, poi, che ne abbiano letto una sola riga).
    Il problema è che la soluzione da lei proposta – cioè la purezza e l’integrità identitaria – è una chimera, oltre ad essere banalmente smentita dalla storia umana di ogni epoca e di ogni latitudine. Lo stesso concetto di “popolo” è una costruzione storico-culturale, così come quella di razza, nazione, etnia, ecc. E’ chiaro che mescolare delle ossessioni non può che produrre guerre e ulteriori ossessioni. Si tratta di battere strade radicalmente diverse – e qualche idea in proposito, su questo blog, è cominciata ad emergere, visto che non di altro si discute da oltre quattro anni.
    E poi, una cortesia: non mi attribuisca opinioni o pensieri che non mi appartengono, e lasci che i morti seppelliscano i loro morti (o le ha fatto così impressione che io mi sia dichiarato, naturalmente scherzando, stalinista?). Nessuno la fraintende e nessuno vuole zittirla, vedo solo con una certa preoccupazione che non poche delle sue idee coincidono con quelle del carnefice norvegese e di Borghezio…

  19. md Says:

    Tra l’altro mi dovrà anche spiegare dove vede questo germogliare delle “culture dell’accoglienza” (addirittura imposte), in un paese come l’Italia che ha aperto dei lager come i Cie, e il cui governo attorno alla ossessione securitaria antirom e antiimmigrati ha costruito uno dei suoi principali assi politici di azione.

  20. gennypisani Says:

    Di fronte ad un atto tanto abominevole si resta senza parole…Alcuni commenti mi sembrano superflui ed inutili. La verita’ e che da troppo tempo politici, religiosi ed uomini di cultura (?) più o meno interessati sostengono la necessita’ di tornare ad una forte identità cristiana in Europa, a una società meno aperta. Alla inevitabilità di un conflitto fra civiltà ci sono pletore di persone che a queste cazzate finiscono per crederci facendone un caposaldo della loro visione del mondo.

  21. vincenzo russo Says:

    md ma Lei come si permette di dire che le mie idee coincidono con quelle di Borghezio e con quelle di Breivik?
    Lei non sa intendere ? ,Oppure cerca la lite costruita ad arte,che è poi la tipica disinformazia sovietica, fingendo così d’intendere in me razzismo e cose spregevoli simili ,che non ci sono affatto NEL MIO ANIMO?
    Io amo tutti gli uomini, anche i miei nemici.
    In effetti Lei teme la mia via pacifica al dialogo serio su questi temi, perché è allenato a fare il provocatore.
    Io non ho detto che stanno germogliando culture dell’accoglienza.
    Io ho detto che viene imposta una propaganda serrata ed una copertura all’immigrazione clandestina, proclamando in ogni modo una presunta bontà dell’accoglienza indiscriminata.
    In realtà invece la storia mostra che le identità nazionali e culturali sono sempre state i migliori presupposti per accomunare ciascun popolo in sé e renderlo aperto e disponibile ai contatti SPONTANEI con gli altri.
    Ciò che rovina tutto è proprio la manipolazione della storia sincera, che hanno operato i comunisti per primi ed i fascisti per reazione.
    Vale a dire che se i comunisti subdolamente impongono idee nefaste che contaminano il vivere pacifico, nasce l’opposizione violenta dei fascisti ,che non accettano tali imposizioni pseudo culturali e pseudo etiche.
    Io invece propongo di contemplare DEMOCRATICAMENTE E A MAGGIORANZA la volontà e l’interesse sincero di ciascun popolo ,impedendo alla propaganda faziosa di confondere la gente ,con il finto vangelo del presunto Gesù Cristo socialista.
    Questo infingimento filosofico è solo una bestemmia.
    Gesù Cristo cercava anime per la vita eterna e non il paradiso terrestre presunto dei comunisti e dei fascisti.
    Si ricordi onestamente md che sono stati solo i comunisti che hanno teorizzato che la classe dirigente deve educare e guidare le scelte delle masse. Ovvio che così ai fascisti ed ai nazisti resta solo la violenza per opporsi a tali machiavellici avversari.
    Se INVECE ci lasciate discutere in pace e democraticamente piuttosto di continuare a manipolarci con la propaganda. La violenza dei fascisti cadrà nelle scelte democratiche prese a maggioranza.
    ORA E’ CHIARO IL CONCETTO?
    Voi veterocomunisti da Oltre un secolo e mezzo almeno ,con la propaganda serrata ed impositiva delle vostre idee ,(camuffate oggi da cattocomunismo innocuo), causate ancora oggi ,dopo la caduta del muro di Berlino la nuova violenza fascista, che faceste nascere proprio voi.
    PER CONCLUDERE CON UN ESEMPIO: dopo la seconda guerra mondiale tutto il mondo teme ora la storia spontanea e cerca di manipolare gli eventi, per evitare che prevalgano ancora le manipolazioni massoniche e comuniste e le reazioni violente ad esse.
    Purtroppo invece con i nuovi attori pseudo democratici entrati in azione è solo aumentata la contesa . Ciò è dovuto proprio al maggior numero di manipolatori dell’opinione pubblica.
    Sulla scena mondiale ora non ci sono più solo massoni e comunisti ma tanti nuovi anticristi. Tutti questi insieme combattano dunque la vera democrazia popolare.
    Persino l’economia ha copiato questo schema machiavellico nuovo .
    Pensi a come la COCA COLA E LA PEPSI COLA SONO UNITE IN BORSA ,PER NON FAR VENDERE IL CHINOTTO ITALIANO.
    ANCORA PACE E BENE CON GIOIA

  22. md Says:

    @vincenzo russo: una “filosofia della storia” davvero illuminante la sua! Pace e bene anche a lei…

  23. vincenzo russo Says:

    Finalmente ho strappato la verità direttamente dalla sua bocca. Anche se Lei crede di averla ammessa solo per ironia.
    Tratto dal vangelo : “Tu l’hai detto”.
    Con affetto

  24. md Says:

    amen!

  25. chiara Says:

    Ha ragione vincenzo sulla storia del pensiero degli ultimi secoli. Allego una pagina da visitare senza meno ,per conoscere il comunismo cubano.
    Ciao

    Nel 2010 aumentati i fedeli presenti agli appuntamenti pubblici del Papa

    Un’altra figuraccia per l’UAAR a causa di un vigile urbano contro le ostie

    L’attivista Yoani Sànchez: «ecco cosa ha portato l’ateismo nella mia Cuba»

    Inserito il 3 febbraio 2011 da antiuaar

    Yoani Sánchez è una giornalista e attivista cubana. È famosa in tutto il mondo per il suo blog indipendente Generación Y, sul quale scrive spesso delle condizioni terribili vissute sotto l’oppressione dell’ateismo cubano. In un recente e significativo articolo su El Comercio scrive: «Nell’isola che un tempo proibì le pratiche religiose per decreto molti cubani hanno rinforzato la loro fede. La pressione che la dittatura castrista esercitò nelle scuole e sui posti di lavoro non ha ottenuto il risultato di far scomparire la tradizione e le usanze. Sono nata nell’epoca del più retrivo ateismo e sono entrata per la prima volta in una chiesa all’età di 17 anni. Malgrado ciò…(continua a leggere)

  26. md Says:

    @chiara: storia del pensiero? ateismo cubano? che c’entra con quanto accaduto in Norvegia?
    a questo punto, se fossi proprio fazioso e ossessionato dalle identità (del tipo “voi”/”noi”, cosa che non fa parte del mio modo di pensare) mi verrebbe da dire: guardate che il signor Breivik è uno dei “vostri”!

  27. mcc43 Says:

    Ricordo male? In un passo, forse in appendice, in Dialettica dell’Illuminismo c’è la metafora dell’intelligenza sotto forma di chiocciola che estende le antenne fin dove si sente sicura, poi si ritrae. Credo che l’assassino – che è qui, infatti e ogni tanto si manifesta con tanto fragore da scuotere anche i distratti – sta di casa dove l’intelligenza, paurosa, si ritira. Non si accorge più che il cerchio delle sicurezze che si è data è costruito sul passato e per il presente e il futuro diventa plagiabile.
    Lì nella zona del possibile plagio l’assassino suggerisce l’azione, la riveste di eroismo, di sacrificio, di liberazione….

    Lo scrittore norvegese Aslak Sira Myrhe costata che ancor prima della cattura di B. , personificazione del plagiato dall’assassino, l’opinione pubblica norvegese aveva in blocco creduto al terrorismo arabo e commenta così
    “La nostra prima risposta è stata nell’irrazionale: devono essere ”loro”, perché sono quello che sono. ”
    Anche questo, anzi_ già questo è crimine da assassino, per come la vedo io. E continua
    “Temevo che la guerra che stiamo combattendo all’estero potrebbe arrivare un giorno in Norvegia. Che cosa accadrebbe allora nella nostra società? Che cosa accadrebbe della nostra tolleranza nei dibattiti pubblici, e soprattutto con i nostri immigrati e i loro figli nati in Norvegia?”
    Ecco che è indispensabile estendere le antenne dell’intelligenza, non essere plagiabili, sconfiggere l’assassino, che non è mai altrove.

    (mi scuso per la lunghezza del commento; e l’articolo di Myrhe merita di essere letto per intero)

  28. vincenzo russo Says:

    Chiara non farci caso a quello che ti dice md.
    Finge di non capire le colpe del pensiero unico comunista.
    Niente da fare con i diffusori professionali d’odio.
    Fingendo di non voler parlare in termini divisivi di noi e voi , invece lo fa e subdolamente e senza avere alcuna autorità morale etichetta ciò che è bene e ciò che è male ,ciò che è pertinente e ciò che non lo sarebbe e infine stabilisce pure chi è buono e chi è cattivo.
    Proprio così si creano i mostri.
    Diffondendo il sonno delle coscienze ed escludendo quelli come Breivik dal dibattito democratico ,con scelte unilaterali ed imposte dall’alto ,li esasperano fino alla follia.
    Poi li affibbiano come appartenenza ideologica agli altri pensieri democratici, dicendoli complici.
    Breivik resta invece un parto dell’odio diffuso dagli intellettuali organici del veterocomunismo,
    Questi pseudo intellettuali ,camuffandosi dietro la finta democrazia cattocomunista. Non lasciano alcuno spazio alle soluzioni democratiche dei conflitti dialettici ed alimentano come possibili solo le loro soluzioni uniche,come se fossero le migliori ,le più umanitarie e le più evangeliche possibili.
    Tu invece cresci sana Chiara con la tua giovane età e prepara un vero mondo post ideologico ,smascherando questa nuova ideologia marxista sotterranea ,che si nasconde fingendosi superata.
    Pure il diavolo adotta come trucco migliore di tutti gli altri ,quello di fingere di non esistere.
    Ciao

  29. md Says:

    @vincenzo russo: davvero mi è difficile leggere ogni tuo commento fino in fondo (ora da vecchio compagno, visto che pare lo sia stato anche tu, lascio perdere il lei – ma evidentemente del comunismo ti è rimasto solo il lato oscuro, o qualche precetto maldigerito).
    Però oggi voglio fare l’evangelico anch’io (anche se di catto- in me non c’è proprio nulla): Gesù parlava della “contaminazione” (parola che hai citato più volte) generata non da quel che entra nella bocca, ma da quel che esce. Ecco, Chiara – che però non so proprio chi tu sia (mentre il nostro interlocutore fa mostra di saperlo) – fatti contaminare solo dall’autonomia del pensiero, e non dal mare di cazzate dei farisei di sempre, da qualunque parte essi provengano.

  30. md Says:

    e comunque, dopo aver letto che noi “veterocomunisti” saremmo in sostanza responsabili della strage di Oslo e di Utoya (come altrimenti interpretare la frase: “Breivik resta invece un parto dell’odio diffuso dagli intellettuali organici del veterocomunismo”), per quel che mi riguarda la discussione con Lei, signor Russo, termina qui.
    Evidentemente le differenze tra gli umani non sono principalmente determinate dall’appartenenza ad un certo “popolo”, “cultura” o “razza” (che pure non esiste), ma da ben altro…

  31. vincenzo russo Says:

    Occupare tutte le volontà legislative politiche statuali occidentali , strumentalizzando le costituzioni nazionali ,interpretando che obbligatoriamente per tutti i cittadini ,l’immigrazione deve essere consentita come ineluttabile e che tutte le società devono divenire necessariamente multiculturali. Inventandosi la politica corretta e la teologia dell’accoglienza come un appendice del vangelo ,è ciò che esaspera chi democraticamente vorrebbe votare nei parlamenti altre soluzioni.
    Invece anche le poche leggi che vengono votate con buonsenso, vengono impugnate e contestate avanti a tribunali compiacenti o addirittura disapplicate in modo arbitrario da magistrati e funzionari organici,che agiscono contro il potere legislativo con motu proprio.
    Non c’è spazio democratico sincero a lato del pensiero unico sinistrorso. Nonostante la distruzione della società che ha già portato nel mondo occidentale l’incultura del 68, prevale la prevaricazione organizzata sulla maggioranza dei cittadini, da parte della minoranza faziosa della sinistra cattocomunista.
    E’ questo il pensiero unico di tutte le sinistre occidentali ,che consiste del nuovo stalinismo non violento ma subdolo.
    Tutto ciò che piace alle nuove sinistre:
    famiglie allargate, famiglie irregolari, divorzio, aborto,immigrazione clandestina,eutanasia,manicomi all’aperto,magistratura politicizzata,precariato clientelare,cooperative rosse clientelari,scuola pubblica divinizzata,animali pericolosi o randagi reintrodotti in ogni luogo civilizzato,flessibilità del lavoro,(Prodi e D’Alema),droghe libere,adozioni da consentire o già consentite ai Gay, matrimoni tra gay già consentiti o da consentire,economia globalizzata( pro tutti e antieuropea),aumenti di tasse e gabelle nazionali e locali col pretesto di futuri miglioramenti dei servizi, multe ed agenzie per la riscossione forzata e indiscriminata, cattivi contratti di lavoro dissimili da paese a paese pur nella stessa Europa,crocifissi da togliere da tribunali e scuole pubbliche,opposizione ai governi che vorrebbero diminuire le tasse, e tante altre astuzie strumentali per denigrare tutti e promuovere al governo solo se stessi ,mediante il peccato di giudizio temerario,(la calunnia furba: diffama diffama che qualche cosa resta diceva Stalin). DEVO CONTINUARE?
    E’ chiaro che tutto questo esaspera già molto i cittadini moderati e tranquilli facendoli disperare per il futuro dei loro figli e per l’abbandono doloroso del mondo dei loro genitori che erano sani e felici nei primi anni 60 del miracolo economico.
    VOGLIO DIRE INSOMMA CHE SE TUTTO QUESTO STRAPOTERE DELLA GIOIOSA MACCHINA CATTOCOMUNISTA GIA’ DISTRUGGE LA SPERANZA DEI CITTADINI SANI DI MENTE E MODERATI . A MAGGIOR RAGIONE
    OBBLIGA ALLA PAZZIA QUELLI DISPERATI E OPPRESSI MENTALMENTE PORTANDOLI A GESTI FACINOROSI E MOSTRUOSI ,POICHE’ PENSANO DI PAREGGIARE CON LA LORO MOSTRUOSITA’ FASCISTA LA MOSTRUOSITA’ DELL’OPPRESSIONE DEL PENSIERO UNICO SINISTRORSO .TUTTO CIO’ SI REALIZZA PURTROPPO CON LA COMPLICITA’ DEI DOSSETTIANI E DEI CATTOCOMUNISTI ALLA CURCIO ,CHE NASCONO CON LA PRESENZA NEL CONCILIO VATICANO II DI OSSERVATORI SOVIETICI, CHE VENNERO A CONTROLLARE CHE LE NAZIONI OCCIDENTALI AVESSERO COSTITUZIONI ANTIFASCISTE MA NESSUNA COSTITUZIONE ANTICOMUNISTA.
    Questa è storia che ai giovani nessuno racconta, ma gli anticristi oggi sono anche nelle religioni e fiancheggiano i disfattisti di sinistra, che ancora cercano il” tanto peggio tanto meglio” di bolscevica memoria, per stimolare le loro rivoluzioni ,che a partire dal 1917 furono prima sanguinarie ed ora sono costruite con i cattivi valori e costumi anticristiani ,che sono ancora una volta atei e distruttivi.
    Siete prepotenti e alcuni cedono con la testa, per questo siete i padri e i mandanti della nuova follia del mondo. Volete dirci come dobbiamo nascere, come dobbiamo vivere, in cosa dobbiamo credere e come dobbiamo morire . Poi ipocritamente accusate gli altri di ciò che promuovete voi. Questa è stata la disinformazia sovietica. ORA BASTA COL FREGARE IL MONDO.

  32. gennypisani Says:

    Trovo certi commenti molto originali, saltano di palo in frasca…hanno la capacita’ di attorcigliare la mente nonostante non dicano niente . Sono questi i deliri dei post-berluscones…gli effetti collaterali di cui tanto si parla? Come si fa a mischiare sacro e profano ad capocchiam…Perche’ “sporcare” un post cosi’ bello.

  33. vincenzo russo Says:

    Sei tu caro md che salti da un comportamento fittizio all’altro , ma ti presenti sempre come competente in tutto . ORA TI SEI PRESENTATO PURE COME CARDINALE CATTOLICO, COMPETENTE IN SACRO E PROFANO?
    Un vero cattocomunista SO TUTTO IO alla maniera di tele Kabul.
    Avevo dimenticato la parte migliore: VOLETE DIRCI ANCHE COSA DOBBIAMO PENSARE!
    Confermo siete prepotenti e con ciò create pazzia nei soggetti deboli di mente ,che non vi sopportano più.
    Berlusconi non centra proprio niente poiché D’Alema ,sempre molto lucido disse dopo le ultime sconfitte elettorali più o meno:
    “perdiamo le elezioni non perché ci supera Berlusconi ma perché siamo diventati odiosi”.
    Ci credo.
    con la flessibilità del lavoro, l’amore di Prodi per la Cina l’India e la globalizzazione,per l’euro al cambio svantaggioso per la lira,le multe inviate anche con dieci ANNI DI RITARDO, L’INASPRIMENTO DELLE ESAZIONI DELLE ESATTORIE TIPO EQUITALIA E LE TASSE SEMPRE IN AUMENTO ,INSIEME AI DANNI AI COSTUMI OCCIDENTALI E ALLA FAMIGLIA.
    Dico meglio io di D’Alema: ” non SOLO ODIOSI, MA ISTIGATORI DI REAZIONI IRRESPONSABILI .
    VISTO CHE NIENTE VI FERMA IN CAMPO DI LEGISLAZIONE DEMOCRATICA, NEL PREVARICARE TUTTI IN TUTTO CON OGNI MEZZO DELLA PROPAGANDA E CON LA VIOLAZIONE DEI DOVERI COSTITUZIONALI DEGLI ORDINI DELLA MAGISTRATURA COMPLICE.
    Dalla Vs. pervicacia del prevaricare cattocomunista nascono i Breivik. Siete voi che generate i mostri con la vostra oppressione asfissiante, che prevede che tutto deve andare a modo vostro e perché questo avvenga ad ogni costo,siete disposti ad eludere le leggi con funzionari e magistrati infiltrati in ogni ordine istituzionale della Repubblica, equiparandoli in modo anticostituzionale ai poteri dello stato.
    Ricordati allora che la stessa magistratura è un ordine non è un potere, ma voi gli consentite di essere un potere falso , che contrasta i poteri costituzionali veri.
    Speriamo che l’Italia non torni indietro ma vada verso la terza Repubblica delle riforme costituzionali e di sistema.
    La costituzione deve essere sia antifascista che anticomunista per portare pace in questo paese e forse ad imitazione successiva di altri stati occidentali anche in Europa e nel mondo.
    CHI E’ ALLORA CHE SPORCA? Voi smacchiate giaguari con l’acqua ragia.

  34. md Says:

    In oltre 4 anni di discussione (anche accesa, con opinioni le più diverse tra loro) credo di avere applicato la moderazione ai commenti 2 o 3 volte. E stiamo parlando di quasi 8000 commenti e di qualche centinaio di commentatori.
    Il signor Vincenzo Russo insiste nell’esprimere in maniera monotona ed ossessivo-compulsiva le sue pur legittime convinzioni (per quanto a me del tutto aliene, o meglio: provenienti da quel che a me risulta un alieno); ma questo passi, il problema sta piuttosto nel modo di esprimerle: e cioè sguaiato ed irrispettoso – pubblicando più volte lo stesso testo con il copia-incolla, rispondendo a persone diverse da quelle che hanno commentato (com’è il caso di quest’ultima risposta, davvero esilarante), urlandole con le maiuscole (davvero inconsueto per questo blog), e saltando platealmente di palo in frasca…
    insomma, per questi motivi ho deciso di mettere in coda di moderazione i suoi commenti. Laddove dovesse continuare con questo stile li casserò senza alcuna pietà.
    Mi scuso con i lettori del blog, anche con coloro che dovessero pensarla come il signor Russo: continueranno ad avere qui uno spazio di confronto orizzontale e democratico, mentre sul sito del signor Russo (“filosofo neoeleatico – pitagorico” com’egli si dichiara) potranno senz’altro approfondire le sue argomentazioni anticomuniste, antimarxiste, omofobe, premoderne, antiilluministe, lefebvriane con tutto l’armamentario reazionario allegato…

  35. vincenzo russo Says:

    Carissimo md anche per me la cosa finisce qui.
    Io da vecchio compagno ora convertito all’amore cristiano totale per tutti gli uomini, di ogni genere sessuale e di ogni razza. Volevo solo farti fare alcune riflessioni che io stesso ho dovuto fare con la mia coscienza ,una volta che sono venuto a capire le mostruosità del pensiero unico comunista.( Togliatti firmava a Stalin gli ordini di condanna a morte ,dei compagni comunisti rifugiati in Russia; Lenin diceva:”quel che ci serve è l’odio: Da esso nasceranno le nostre idee).
    Tu mi hai frainteso dal primo momento e fino ad ora mi hai continuamente giudicato male. Non importa.
    Io non mi sento offeso ma piuttosto incapace di toccarti l’animo.
    Concludo non contro di te ma contro alcuni comportamenti che tu mantieni ancora dalla tradizione stalinista del PCI, ed in particolare sul tuo ultimo dire di me,facendomi la consueta diagnosi psichiatrica sovietica di comportamento ossessivo-compulsivo. Ti faccio notare che Ora ,se ci fosse ancora l’Unione Sovietica tu non sapresti trattenerti dal volerti liberare di me anche come persona oltre che come pensatore e mi manderesti a morire in Siberia.
    Da queste prepotenze e violenze politiche passate e presenti , io volevo salvaguardare anche te ,come ho fatto per me stesso,traendo spunto dalle mie esperienze già fatte.
    Questo modo di essere compagni si chiama condivisione e per il cristiano è un dovere strappare le persone alle trappole del diavolo.
    Con affetto sincero dal compagno Vincenzo : avanti popoli.

  36. md Says:

    @vincenzo russo: nessuna diagnosi psichiatrica, nessun giudizio su di te, ma solo su quel che hai scritto e su come (hai provato a rileggerti con calma?)
    Sono troppo libertario (e antipsichiatrico) perché solo l’idea di recludere qualcuno (o il suo pensiero) mi sfiori.
    Peccato solo che tu riduca la storia del marxismo e del comunismo allo stalinismo e a qualche slogan antimondialista…
    Ma risponderò con calma tra poco anche a questo, a prescindere dal nostro “battibecco”.

  37. vincenzo russo Says:

    Caro md Non è esistito altro comunismo che quello stalinista sovietico e quello cinese e i loro epigoni. Tra lui e lei sceglier non saprei.
    Il resto è infingere la storia.
    Ciao.

  38. xavier Says:

    Oggi 10 settembre,ho un nuovo computer e dopo molto tempo mi aggiro nei luoghi del blog dimenticati per forza maggiore. Volgendo lo sguardo in questa direzione leggo un po’ stupito la lunga querelle che il nostro non sempre gradito ospite (almeno per me) V. R. prosegue con ostinata determinazione in contrasto al pazientissimo m.d. Confesso di essere un po’ deluso dalla visione manichea della storia e della società che il Sig. Russo sparacchia di continuo ad alzo zero, sopprattutto perchè male si attaglia con l’ambiziosa divulgazione filosofico scientifica con la quale pretende di dimostrare come la fede e quindi la verità assoluta siano le uniche realtà del mondo. Però poi si passa dalla magnIloquenza sui quanti, i fotoni, i chisoni e compagnia cantante, ad una miserabile e stagionata propaganda conservatrice, un anticomunismo da sacrestia, una fobia da pericolo rosso fascistoide anni 60 (e successivi). Non ho mai avuto alcuna simpatia per il defunto PCI, né tanto meno per l’ex Unione Sovietica, ma devo dire che quando mi imbatto nei vari sigg. Russo di cui l’Italia benpensante é ancora piena, quasi quasi mi dispiace un po’. La colpa é sempre di “quelli lì”, chiamali come vuoi, rossi, libertari, comunisti, anarchici, atei, cattocomunisti etc.etc. Colpa loro se c’é stato Auschwitz: non ci fosse statio il bolscevismo non ci si sarebbe dovuti difendere, magari eccedendo anche un po’, é vero, ma non se ne poreva fare a meno. Cosi anche al giorno d’oggi: se la Norvegia rischia di perdere la sua identità morale, sociale ed economica bisogna ben provvedere, e quindi bisogna ben capire se, individuati i colpevoli qualcuno deve compiere una strage dimostrativa Non si deve giustificare una cosa del genere, perbacco, ma si può e si deve spiegare il fenomeno: la vera colpa sta in coloro che l’hanno provocata, mica nel nazistello che l’ha messa in atto, suvvia!.E poi non sono i razzisti ad essere razzisti, ma gli altri a non essere bianchi, occidentali o filoccidentali, e cristiani in tuttle le varianti, meglio se cattolici, e quindi se ne stiano al loro posto, a casa loro: le contaminazioni, si sa, indeboliscono le razze. Ovvio che esposte così in ordine sparso queste considerazioni valgono più o meno come uno sfogo di chi ne ha le tasche piene dei vari sigg: Russo che trovi ad ogni bar di questo paesello ma, come recita un detto un po’ vecchiotto ma sempre valido, c’é posto per tutti, e dunque, poiché non siamo in Unione Sovietica, si accomodino anche i vari Sigg: Russo di turno. Di una cosa, però devo dargli atto: anch’io credo che i regimi comunisti e quelli nazi-facìscisti della storia abbiano fatto a gara a chi era più oppressivo, e che nel nome delle loro verità l’umanità ha sofferto i crimini di massa più orrendi. Con una “piccola” ma sostanziale differenza i vari comunismi hanno mostrato l’orrore del loro volto quando non hanno saputo mantenere le speranze e le premesse da cui erano partiti, i nazi-fascismi, invece, quando le hanno mantenute.

  39. vincenzo russo Says:

    A Xavier: Tu continui a dipingere te stesso ed md e chiunque sia a te confacente ,come un santo intellettuale, istruito,progressista,democratico ecc.,ecc.
    Poi però non puoi resistere e difendi comunque il comunismo con tesi campate in aria, con i se e con i ma. “Se il comunismo fosse stato buono sarebbe stato buono”.
    Ti dico io allora la differenza reale e storicamente documentata tra nazismo e comunismo.
    Il nazismo ha ucciso alcune decine di milioni di persone ritenute nemiche in modo diretto e indiretto, tra i quali spiccano i sei milioni d’innocenti ebrei.
    Il comunismo ha ucciso invece almeno 100 milioni di suoi cittadini comunisti ,in diversi paesi con diversi modelli reali di comunismo,(Russia,Cina,Cuba ecc.,tutti regimi sanguinari e stalinisti).I suoi morti erano atei,cattolici ortodossi, rom, testimoni di Geova, mussulmani, buddisti, induisti agnostici, gnostici ,scrittori ,poeti ,scienziati e cosi via. TUTTI NEMICI DEL POPOLO? Ma non erano loro il popolo? Neanche l’iscrizione al partito e la copertura di cariche al suo interno proteggeva dai servizi segreti e dagli appetiti sessuali di Beria ,di Mao e di ogni altro funzionario spicciolo. Anche un poco di burro o un paia di calze erano arma di ricatto praticabili e praticate.
    Quindi i nazisti uccidevano i loro presunti nemici.
    I comunisti invece uccidono ancora oggi,(attraverso la magistratura ,il loro sindacato di riferimento , la stampa , gli intellettuali organici e la loro stampa)tutti quei loro connazionali e tutti quei politici ,che non li lasciano alimentare liberamente il disordine morale,scientifico e culturale ,secondo le loro intenzioni di presa del potere in ogni paese.
    Per questo i comunisti amano i mussulmani estremisti e tutti i ribelli del mondo . Secondo loro sono funzionali alla politica “del tanto peggio tanto meglio”,per ottenere la presa del potere,(anche con le elezioni ,fatte però sotto propaganda e disinformazione intensa).
    Io comunque non mi sono mai manifestato nei miei commenti ,come razzista,come cattolico reazionario e simili .E’ il vostro stile cattocomunista che prevede la delegittimazione e la denigrazione del mio pensiero logico e scientifico ,che contrasta le vostre supposizioni ideologiche. Io non batto ciglio per questi attacchi personali ma continuo ad esporre solo idee e fatti storici documentati ,che vi contrastano e vi infastidiscono, solo perché aprono gli occhi ai lettori
    Vi conosco polletti miei, anch’io sono stato dirigente del Pci e della CGIL . Ovvero io vengo dal morto e voi mi volete dire che è vivo?
    Un ultimo chiarimento ai lettori.
    Visto che siamo abbastanza in accordo sul fenomeno storico reale, che indica come sia avvenuto ,che una volta nato il comunismo primitivo,( già nelle tesi della rivoluzione francese), si è poi avuta la reazione delle monarchie e della grande borghesia ,messe via, via, sempre più in pericolo di perdere la testa nelle rivoluzioni proletarie.
    Chiarisco ancora brevissimamente ciò che realmente ho sostenuto Io a partire dai fatti tristissimi avvenuti di recente nel nord Europa.
    IO dico: Nessuna violenza in politica deve essere consentita Né ai comunisti Né ai fascisti. IO infatti auspico costituzioni nazionali sia antifasciste che anticomuniste.
    Per i problemi dell’immigrazione per soli fatti economici e di ricerca del lavoro, ritengo possibile che democraticamente si decida con voto popolare di non volere immigrazione di questo tipo.
    Tutto qui .
    In culo ai padroni che vogliono manovalanza a bassi costi e non vogliono redistribuire ai nipoti dei Francesi degli Italiani dei Tedeschi e di ogni attuale cittadino europeo originario, il benessere e la civiltà derivati dai sacrifici imposti ai nostri antenati europei .
    Ora dovremmo tornare alle condizioni arretrate dell’Europa preindustriale, senza essere mai stati veramente beneficiati dalla ricchezza e dal progresso faticosamente preparati dai nostri antenati?
    Facciano anche gli altri popoli il loro rinascimento,trovino i loro Galileo e Newton, vadano nelle loro miniere e abbattano i loro dittatori. Studino fisica matematica e medicina e liberino i loro popoli con le loro risorse religiose ed intellettuali. Nascano i loro Socrate,Pitagora e Parmenide, oppure usino i nostri ma si muovano a casa loro.
    Questo Voi impedite di mettere in pratica con una ascelta non violenta fatta di democratica volontà nazionale di respingimento.
    Dove sta il razzismo, il colonialismo e qualsiasi altro errore contro i diritti dell’Uomo?

  40. md Says:

    Mi ero ripromesso di non rispondere più al signor Vincenzo Russo, con il quale ritengo ogni dialogo già morto prima di cominciare, visto che si fonda su una confusissima teologia della storia spacciata per fatti veritieri (come se la storia non fosse a sua volta un processo continuo di ricerca e di interpretazione dei fatti – come del resto la verità, diveniente e mai data una volta per tutte “come un colpo di pistola”). E poi, francamente, ho cose più interessanti a cui dedicarmi. Non entro dunque nel merito della sua propaganda anticomunista né nel giochetto della contabilità dei morti da libro nero del comunismo (che, come sempre, procede per omissioni, perché allora dovremmo aprirli proprio tutti i capitoli neri, compreso quello delle religioni, su tutte le monoteistiche, che in quanto a genocidi, massacri e nefandezze non hanno rivali – in primis la chiesa cattolica, madre in occidente di tutte le concezioni totalitarie, patriarcali e guerrafondaie). Ma mi pare che una siffatta concezione semplicistica della storia e delle sue tragedie non porti da nessuna parte – tranne esser funzionale ad un uso omissivo e ideologico da parte dell’uno o dell’altro contendente.

    Detto questo, mi preme però porre una differenza netta di atteggiamento che mi distanzia abissalmente dalla mentalità del signor Russo, il quale si rivolge direttamente ai lettori per metterli in guardia, aprir loro gli occhi, illuminarli, ecc.: io, diversamente da lui, penso che non ce ne sia proprio bisogno, e che ogni lettore di questo blog è sufficientemente autonomo e dotato di ragione, nonché perfettamente in grado di formarsi (e se vuole di esprimere) una sua opinione senza alcun bisogno di catechisti, eleatico-pitagorici, cattolici, comunisti o cattocomunisti che siano.

    Dopo di che, lascio decidere a xavier – “polletto” con il quale concordo pienamente – se replicare nel merito alle varie questioni.

  41. xavier Says:

    Ho deciso, caro m.d.: rispondo, anche se ne avrei piene le tasche, perchè per parlare a un sordo o conosci il linguaggio dei segni, o si va avanti a non capirsi, e si fa sera, e avrei altro da fare . Il nostro interlocutore ha la testa dura, buon pro gli faccia, potrà essergli utile all’occorrenza, qui non credo sia necessario, perchè si discute da sempre, mi pare, per “cercare” e “spiegare” le ragioni, senza volere per forza “avere ragione”. Come ho già detto altrove io ho qualche opinione, che non ritengo nè intoccabile, nè depositaria di alcuna verità. Mi va di discuterci sopra, ecco tutto, e anche cambiarla se non mi convince più, Mi interessano le idee degli altri fino a quando non hanno la pretesa di farsi inoppugnabili dimostrazioni dell’indimostrabile, perchè allora mi annoio, ed é questo in fondo ciò che più mi indispone del Sig. Russo: é estremamente noioso, nell’argomentare, nell’enfasi retorica delle sue “inattaccabili dimostrazioni”, nel suo lessico democristiano da anticomunista in stile guerra fredda, nella sua frenesia bigotta di estremista di centro, Chissà, conoscendolo di persona potrei anche rivedere il mio punto di vista, ma devo altresì dire che, date le premesse dei suoi scritti, è cosa assai poco probabile. Raggelato più che sconcertato da alcune sue disinvolte conclusioni sulle tragedie che hanno sconvolto l’umanità del 2O° secolo, mi congedo quindi da lui, a meno che non voglia continuare a monologare da solo, e mi ritiro nella stanza dei polletti che comunque, non mi pare conosca troppo bene: infatti non sono mai stato iscritto al partito che fu, nè al sindacato che ancora é, e sinceramente della definizione o meno di comunista fattami non mi cruccio troppo: non so proprio, oggi, cosa significhi esattamente, essendo un appellativo stra-abusato e per di più in malafede.

  42. vincenzo russo Says:

    Spero per voi che NON finiate nelle mani del Vostro sig. Beria personale.
    Potrebbe essere una moglie che vi chiede il divorzio e vi toglie i figli e il vostro patrimonio e il Vs. reddito di sostentamento; oppure un medico che vi eutanizza, per togliervi gli organi più appetibili; oppure un magistrato o un avversario o un collega ,che vi prenda bene di mira ,calunniandovi e portandovi alla distruzione psicofisica ecc.,ecc.
    Vi accorgereste allora all’improvviso di cosa è stato causato alla famiglia, ai costumi e alla società dell’umanesimo cristiano ,dalle idee illuministe dei cosiddetti e autonominatosi progressisti.
    Mi DITE PER FAVORE dove sta il progresso dei progressisti?
    Io vedo solo la rovina diffusa della tradizione e dei costumi morali degli antichi.
    Ma per voi quelli di prima erano tutti scemi e i giusti saremmo noi, che stiamo influenzando in modo negativo persino l’ambiente naturale oltre che quello etico?
    Voi Girate e rigirate la frittata ma non dite mai a chi e a cosa appartenete voi oggi. Siete massoni anticattolici ?
    Ne tantomeno rispondete ad almeno uno degli argomenti da me riportati dalle scienze e discipline note e che non sono affatto interpretazioni fatte da a modo mio ,come vorreste far credere Voi ,coprendomi di epiteti:
    “razzista,noioso,democristiano, cattolico ecc, ecc. “.
    MA VOI CON QUALE AUTORITA’ MORALE O CULTURALE mi classificate E GIUDICATE A C….. VOSTRI?
    Sceglietene almeno uno a caso degli argomenti da me ricordati dalla cultura generale e rispondete se è vero o falso ,usando però il metodo scientifico con altri pareri comunemente accettati e non di parte.
    Non usate sempre attacchi personali e smettetela di travisare ogni mia affermazione.
    Faccio un esempio :
    se io indico la differenza tra l’uccidere i presunti nemici , come ha fatto il nazismo e l’uccidere i propri concittadini ed i propri compagni di partito come è avvenuto realmente in tutti i paesi comunisti del mondo.
    Perché Voi invece di rispondere che ciò è tristemente vero,(tirando invece il cane per l’aia),sostenete che io parlo direttamente ai lettori.
    Io ho detto invece ,che suppongo che a voi dia fastidio che loro lettori ,leggano anche le esplicitazioni della storia ,diverse dalle vostre.
    Io non sono ciò che dite Voi ma sono solo bene informato e non mi faccio infinocchiare dalla Vs. propaganda “progressista”,massonica e cattocomunista.
    Con ciò mi riferisco ai contenuti e non alle Vs. persone come fate Voi con me.
    Ma io fui educato, voi invece vi educaste da voi stessi ,così come più vi è piaciuto ,seguendo le vostre pulsioni e i vostri sensi carnali, senza sottoporli al Vs. super IO.

  43. md Says:

    Troppe supposizioni ed illazioni, nonché troppi Voi da parata militare (o chiesa o partito) per i miei gusti.
    Io non sono “Voi”, io sono io.
    E poi – suvvia – i “costumi morali degli antichi” sono una favola per i bambini, prima della nanna…
    E comunque qui nessuno ha mai detto che “quelli di prima erano tutti scemi e i giusti saremmo noi”. E’ chiaro che se ognuno mette in bocca agli altri quel che gli pare, non può che rispondere quel che gli pare. Altro che scientificità…

  44. md Says:

    Ma arrivare a leggere fino in fondo certi commenti ripaga della fatica (e dello stomaco) che talvolta ci vuole: la faccenda dei “sensi carnali” è davvero un’altra perla del signor Russo, che finisce dritta nel Florilegio.

  45. xavier Says:

    Convengo con te, caro m.d., che a volte il signore in questione sia, suo malgrado, autenticamente spassoso. Ciò compensa, almeno in piccola parte, la rozzezza del suo argomentare, secondo lui, invece, profondo e inoppugnabile. Ho scoperto anche tramite il suo sapere che probabilmente sono stato e sono ancora a mia insaputa un framassone incallito, e che non ho alcuna autorità morale e culturale per giudicare chicchessia. Sulla massoneria andrò ad informarmi: non vorrei esservi stato iscritto mio malgrado da qualche satanasso di qualche loggia occulta. Quanto ai giudizi, ebbene ha perfettamente ragione: infatti non avendo alcuna autorità di alcun genere, non giudico inappellabilmente, solo che davanti a chi ha la pretesa di “spiegarti” le tue idee e il mondo in venti righe, non é il caso di soffermarsi a cesellare troppo le risposte.. Del resto “egli fu educato”, mica come noi, self made “cialtrons” (mi si passi il neologismo anglofono), che passiamo il tempo a denigrare quelli che non ci piacciono. Di una cosa mi ritengo comunque fortunato,ringraziando il cielo, gli dei, e il sindacato (di qualsiasi sigla, scegliete voi): il non avere avuto a suo tempo un “educatore” di questa fatta: non riesco a immaginare i traumi che ancora oggi mi porterei appresso! Buon compleanno m.:d., e lunga vita ai filosofi eleatici, specie quelli da cabaret!

  46. vincenzo russo Says:

    Però continuate a non rispondrer a niente nel merito.

  47. md Says:

    Ecco, appunto: il “merito” erano i fatti di Norvegia, se non erro…

  48. vincenzo russo Says:

    Infatti era esaustivo il mio primo commento in alto.
    Ma a voi ha dato sui nervi e allora ho dovuto spiegarlo e rispiegarlo col cucchiaino per i neonati.
    Lasciate che si possa decidere democraticamente in merito a immigrazione, etnie e scambi culturali a distanza, e vedrete che fatti gravi come quelli avvenuti in Norvegia non si verificheranno mai più.
    Smettetela di macchiavellare in ogni modo per imporre politicamente l’attuazione della propaganda sincretista della massoneria ,esasperando e negando le soluzioni democratiche di autodeterminazione dei popoli.
    Le vostre supposizioni pacifiste,umanitarie, pseudo evangeliche, ecc.,ecc., non sono espressioni di bontà o genialità intellettuale. Sono solo distruttive ideologie per tutti i popoli ,che messi tutti insieme come sottoproletari ,non possono fare altro che mordersi a vicenda nella fame comune.
    RIPETO IL CONCETTO principale .
    Siete voi,(autodefinitivi progressisti), i veri responsabili dell’odio che circola oggi nel mondo ,col vostro pacifismo peloso e il vostro pseudo vangelo da Star Trek.
    Voi provocate i matti, perché inibite la realizzazione delle volontà democratiche di appartenenza.
    Il vostro problema e che vi sentite “buoni contro i cattivi” ed in realtà invece fate violenza a tutti.
    A proposito di pseudo evangelo poi .
    In realtà Cristo disse ad un uomo che lo chiamò maestro buono :
    “ nessuno è buono solo il Padre”.
    Per sistemare il mondo dunque,(non disponendo nessuno di noi di vera bontà), basterebbe avere la buona volontà di rispettare prima i propri connazionali e poi eventualmente dare aiuto agli altri a casa loro.
    Purtroppo i “ progressisti “ sono “esterofili, internazionalisti” e odiano sempre i l loro propri costumi e i loro propri connazionali. Se poi vanno al potere dimostrano di essere complottisti e ammazzano e mandano in galera i loro oppositori per zittirli.
    Auguri allora.
    Con questo substrato psicologico non etico ,da disfattisti dei propri costumi nazionali ed ammiratori di tutti i costumi neo pagani . BO…..

  49. md Says:

    @vincenzo russo
    Chi è che sarebbe nervoso? Hai provato a rileggerti con calma? Ma magari persino tu ti spaventeresti per quel che scrivi…
    Comunque la verità prima o poi viene a galla:
    “Basterebbe avere la buona volontà di rispettare prima i propri connazionali e poi eventualmente dare aiuto agli altri a casa loro”.
    Un argomento di grande finezza intellettuale, sia etica che politico-filosofica, non c’è che dire!

  50. md Says:

    Comunque ci rinuncio, scrivi un po’ quel che ti pare (ammesso che ancora qualcuno qui ti legga), io ho altro da fare.

  51. vincenzo russo Says:

    Appunto la verità è già venuta a galla.
    La storia ha già dimostrato che le idee dei cosi detti ed autonominatosi progressisti,portano solo odio e congetture assurde, che non riescono ovviamente a realizzarsi, ma causano solo guerre e disordini economici, politici, etnici, morali e sociali.
    La vostra prepotenza nel pontificare sulle idee altrui ,rende impossibile l’autodeterminazione democratica delle pacifiche volontà popolari.
    Decidere democraticamente e soprattutto pacificamente di non volere integrazione ed immigrazione per motivi economici e di lavoro ,non è razzismo o ignoranza o mancanza d’illuminazione o finezza intellettuale ,ma è intelligente prevenzione contro una grande corbelleria del “volemose bene” ,del tutto inventata , senza ragioni scientifiche ed etiche.
    Nessuna scienza galileana e nessun principio morale stabilisce che dobbiamo tendere al sincretismo e al mescolamento massonico delle culture, per farle sparire tutte nel grigiore.
    La vostra prepotenza nell’imporre ancora oggi,le vostre supposizioni politiche ,già fallite più volte ,fa nascere quei mostri come in Norvegia ,che non sanno più come opporsi alle vostre scelte istituzionali ,che sono imposte direttamente dall’alto con metodi unilaterali e minoritari, senza consultazioni popolari.

  52. Il logos razziale « La Botte di Diogene – blog filosofico Says:

    […] non sono razzista! e poi non è mica colpa mia se quello era un pazzo! Ma i Breivik, i Casseri, gli assassini difensori della razza sono tra noi, risiedono ed attingono al nostro stesso linguaggio, hanno una […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: