Bòtte a Diogene

Ciclo di filosofia con i bambini 2011/2012 – Terzo resoconto

Simone dichiara fin dal primo incontro che “se questa è la filosofia” allora proprio no, non gli piace.
Che cosa non ti piace – gli chiedo.
Il fare polemica – mi risponde. Questo continuo far loro domande da parte mia, farsi domande da parte loro, arrovellarsi ed attorcigliare la mente – con poche risposte certe in mano alla fine – evidentemente lo turba. Gli risulta fastidioso dover sempre discutere, interrogarsi, interloquire, contrastare, polemizzare.
Eppure è il sale della filosofia – gli dico (e della vita, vorrei aggiungere).
Com’è che si chiama il tuo blog? – mi chiede durante l’ultimo incontro prima di Natale.
La Botte di Diogene. Perché?
Mi fa sornione: dovresti cambiargli nome e chiamarlo “le bòtte a Diogene”. E si sposta vicino alla finestra, minacciando scherzosamente (almeno spero) di buttarsi di sotto se continua questa baraonda filosofica.
Allora gli dico: guarda che hai proprio sbagliato bersaglio, quel Diogene lì era esattamente come te, un rompiscatole, uno scettico, uno a cui non andava bene niente – in fondo uno polemico, che è quello che Simone non vorrebbe essere. E dunque, guarda un po’ che cosa strana, concludo: sei molto più filosofico di quanto tu non pensi.
Ovviamente non lo convinco. Peccato che nell’incontro che segue, un po’ complicato da gestire per stanchezza (forse), dispersione e mancanza di concentrazione – oltre al fatto che li sto portando su un terreno complesso e scivoloso (nientemeno la teoria spinozista delle passioni – physis interna dopo quella esterna), lui, il Simone furioso, è l’unico che mi segue in ogni passaggio, che tira fuori le parole e i concetti giusti al momento giusto, che individua perfettamente la “teoria del desiderio” di Spinoza, e che dunque è totalmente sintonizzato con la mia mente.
Potenza della maieutica e della sympàtheia!
Glielo faccio notare e mi prostro davanti a lui e alla sua scintillante intelligenza.
Simone non si scompone, ed anzi mi mostra ancora quel sorrisino sornione mentre di nuovo rivolge gli occhi spalancati alla finestra, unica àncora di salvezza nel mare periglioso del fin troppo precoce domandare filosofico…

***

Allego qui sotto le trascrizioni di altri 3 incontri (uno per ogni classe), da cui si vedrà che, oltre ai temi classici dell’arché, del nulla e del tutto, e alla discussione sulle prime teorie fisico-cosmologiche – in particolare Talete, Empedocle, Democrito ed Anassagora – sono emerse (un po’ per mia “colpa” un po’ in maniera del tutto spontanea) questioni di livello parecchio “alto”: teoria della percezione, determinismo, eutanasia, causalità, entropia, istinto, genetica… ad ulteriore riprova dei timori di Simone, che durante un incontro dichiara “ma io sono un bambino, lascerei a qualcuno più esperto”. Eppure suona il violino, e per essere un bambino, a sentir lui, lo sa fare bene. Era stato il solito Hegel, se non ricordo male, a disprezzare questo accostamento tra musica e filosofia nell’arte di apprendere: troppo meccanica la prima per essere paragonata alla seconda; dopotutto la velocità delle dita non potrà mai eguagliare l’elasticità della mente. Chissà, magari Simone sente confusamente agitarsi in lui un contrasto del genere. Per quanto resti pur sempre un bambino.
Ancora per poco.

5A – terzo incontro

5B – secondo incontro

5C incontro 2 dicembre

Annunci

Tag: , , , , , ,

2 Risposte to “Bòtte a Diogene”

  1. mich3ly Says:

    Mi sono letta il resoconto di uno degli incontri… chissà come può essere affascinante questo percorso per un bambino (in realtà sono rimasta affascinata anch’io solo leggendo….)!
    Complimenti!

  2. md Says:

    @mich3ly: grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: