Scegliere la parte

Occorre essere attenti
per essere padroni di se stessi
e scegliersi la parte dietro la Linea gotica
[…] la mia piccola patria dietro la linea gotica
sa scegliersi la parte.
(C.S.I.)

Qualche giorno fa scrivevo della difficoltà di far parte – sicuramente di una maggioranza, ma sempre più anche di una minoranza. Usavo addirittura l’improprio termine “letizia”, per esprimere lo stato d’animo della distanza e dello straniamento.
Non amo le patrie, né piccole né grandi; non ho ancora trovato qualcosa che sia una comunità senza essere soffocante, o una società che non abbia in sé i tratti dell’anonimia; d’altra parte non esiste nemmeno qualcosa come un’individualità irrelata.
Ci sono tuttavia momenti in cui occorre scegliere la parte. Magari solo per far sì che domani le parti non siano più in guerra tra di loro.
Mi piacerebbe essere, come qualcuno ha detto, così fuori luogo e così parte in causa. Così lucido e così combattente. Così universale e così partigiano.
Così universale proprio perché partigiano.

Advertisements

Tag: , , , ,

2 Risposte to “Scegliere la parte”

  1. bortocal Says:

    sai che pensavo, mettendo assieme i due post?

    che in fondo ci stai consigliando di scegliere una parte senza farne parte.

    non è comodo, ma mi associo….

  2. md Says:

    @bortocal: sì, credo tu abbia colto lo spirito di quel che intendevo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: