Il bagliore delle bombe. Zitti!

Se già il filosofo francese Roland Callois criticava Hegel, la cui civetta aspettava la fine del giorno per levarsi in volo, e lo criticava soprattutto per aver rimosso l’evidenza che “la notte dell’intelligenza può essere brutalmente illuminata dal bagliore delle bombe” – figuriamoci che cosa potrebbe obiettare a questo misero (e sedicente) blog filosofico, che continua tranquillamente a produrre chiacchiere (sedicenti) filosofiche, mentre la solita lurida guerra – l’immemore ed eterno pòlemos, il padre di tutte le cose che affligge i viventi e gli umani – bussa alle porte di Gaza, di Israele e del Medio Oriente. Lasciando come sempre un senso diffuso di impotenza (quello che Goya aveva saputo grandemente esprimere nei suoi Disastri della guerra).
Che fare? – è la domanda atroce che risuona e che ritorna come una eco senza risposta.
Qualcosa però possiamo non fare. E dunque per 48 ore questo blog rimarrà sospeso e congelato, non produrrà più chiacchiere (più o meno intelligenti, più o meno scomposte, più o meno urlate o affabili). Se ne starà muto, zitto, silente, agghiacciato. Per 48 ore, a partire da adesso. Dunque non sprecate tempo a scrivere commenti – finiranno tutti nel limbo, nulla apparirà. (E poco importa sapere che ne è del nulla o dell’essere). Fate altro. Meditate. Urlate. Protestate. Pregate. Invocate. Ma non scrivete alcunché.
Qui, per 48 ore, dominerà un silenzio tombale.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , ,

20 Risposte to “Il bagliore delle bombe. Zitti!”

  1. md Says:

    Ringrazio tutte/i per aver rispettato – casualmente o consapevolmente, in maniera convinta o meno – il mio invito al silenzio per 48 ore (che poteva avere il sapore di un diktat, ma che credo sia stato condiviso ed apprezzato da molti).
    Tra l’altro nessun commento è finito nemmeno per sbaglio nella coda di moderazione – che dunque avrei potuto benissimo non applicare.
    Ciò non toglie che l’angoscia per la guerra che bussa alle porte sia ancora tutta lì.

  2. filosofiazzero Says:

    Il fatto si è che il più importante e ben fatto luogo filosofico di Tutta Italia, senza fronzoli accademici o quant’altro, è questo che te hai creato e portato innanzi. “Forza e onore”, sei proprio bravo!!!

  3. filosofiazzero Says:

    il giornale “la repubblica” ha levato via un post di Odifreddi dove si consideravano le rappresaglie israeliane contro Gaza più esagerate che di quelle naziste contro i partigiani.
    Voi che ne pensate? (filosofiazzero non sarebbe filosofiazzero se dicesse la sua, ammettendo esistesse, la sua)

  4. rozmilla Says:

    Questo è il testo del post di Odifreddi censurato.
    Un gruppo di FB (http://www.facebook.com/groups/154989771247554/permalink/394761230603739/)
    propone di copiarlo e incollarlo sulla bacheca FB di La Repubblica come commento a un post qualunque (visto che non è possibile postare direttamente):

    “Uno dei crimini più efferati dell’occupazione nazista in Italia fu la strage delle Fosse Ardeatine. Il 24 maggio 1944 i tedeschi “giustiziarono”, secondo il loro rudimentale concetto di giustizia, 335 italiani in rappresaglia per l’attentato di via Rasella compiuto dalla resistenza partigiana il 23 maggio, nel quale avevano perso la vita 32 militari delle truppe di occupazione. A istituire la vers
    ione moderna della “legge del taglione”, che sostituiva la proporzione uno a uno del motto “occhio per occhio, dente per dente” con una proporzione di dieci a uno, fu Hitler in persona.

    Il feldmaresciallo Albert Kesselring trasmise l’ordine a Herbert Kappler, l’ufficiale delle SS che si era già messo in luce l’anno prima, nell’ottobre del 1943, con il rastrellamento del ghetto di Roma. E quest’ultimo lo eseguì con un eccesso di zelo, aggiungendo di sua sponte 15 vittime al numero di 320 stabilito dal Fuehrer. Dopo la guerra Kesselring fu condannato a morte per l’eccidio, ma la pena fu commutata in ergastolo e scontata fino al 1952, quando il detenuto fu scarcerato per “motivi di salute” (tra virgolette, perché sopravvisse altri otto anni). Anche Kappler e il suo aiutante Erich Priebke furono condannati all’ergastolo. Il primo riuscì a evadere nel 1977, e morì pochi mesi dopo in Germania. Il secondo, catturato ed estradato solo nel 1995 in Argentina, è tuttora detenuto in semilibertà a Roma, nonostante sia ormai quasi centenario.

    In questi giorni si sta compiendo in Israele l’ennesima replica della logica nazista delle Fosse Ardeatine. Con la scusa di contrastare gli “atti terroristici” della resistenza palestinese contro gli occupanti israeliani, il governo Netanyahu sta bombardando la striscia di Gaza e si appresta a invaderla con decine di migliaia di truppe. Il che d’altronde aveva già minacciato e deciso di fare a freddo, per punire l’Autorità Nazionale Palestinese di un crimine terribile: aver chiesto alle Nazioni Unite di esservi ammessa come membro osservatore! Cosa succederà durante l’invasione, è facilmente prevedibile. Durante l’operazione Piombo Fuso di fine 2008 e inizio 2009, infatti, compiuta con le stesse scuse e gli stessi fini, sono stati uccisi almeno 1400 palestinesi, secondo il rapporto delle Nazioni Unite, a fronte dei 15 morti israeliani provocati in otto anni (!) dai razzi di Hamas. Un rapporto di circa 241 cento a uno, dunque: dieci volte superiore a quello della strage delle Fosse Ardeatine. Naturalmente, l’eccidio di quattro anni fa non è che uno dei tanti perpetrati dal governo e dall’esercito di occupazione israeliani nei territori palestinesi.

    Ma a far condannare all’ergastolo Kesserling, Kappler e Priebke ne è bastato uno solo, e molto meno efferato: a quando dunque un tribunale internazionale per processare e condannare anche Netanyahu e i suoi generali?”

    Piergiorgio Odifreddi

  5. Ragusano Says:

    Chi di spada ferisce di spada perisce, è proprio vero che il pesce più grosso mangia sempre quello più piccolo, Odifreddi è un censore quasi più bravo di MD qui, cosa pretende da La Repubblica l’Odifreddi, se da fastidio ai prepotenti viene censurato e La Repubblica e Odifreddi e ( anche se non con gli stessi risultati) MD sono la stessa cosa, il passato che verrà inesorabilmente schiacciato dalla tecnica, brava Rozmilla che qui ne dai una dimostrazione…

  6. filosofiazzero Says:

    Ragusano:
    …allora qualsiasi cosa uno pretendesse, nel suo piccolo, dire (Odofreddi permettendo) sarrebbe sempre e in ogni caso una cosa risibile, rispetto allo schiacciamento fatale in atto?

  7. filosofiazzero Says:

    …correggo: Odifreddi.

  8. Ragusano Says:

    La tecnica, come dice Severino, è il penultimo salto, Perchè non ci sono né padroni né servi in destino, poiché Severino non sbaglia.

  9. filosofiazzero Says:

    …ovviamente?

  10. Ragusano Says:

    La tecnica mi permette di scrivere qui contro volontà e così il messaggio di Odifreddi contro volontà annientante La Repubblica viaggia indisturbato nella rete e così io domandi sbugiarderò Odifreddi che si dice diverso di LaRepubblica proprio nel suo sito.

  11. Ragusano Says:

    La tecnica, quale mezzo e procedura per raggiungere gli scopi e non da ultimo l’immortalità, ci rende tutti sommamente potenti.

  12. Ragusano Says:

    Anche le sconclusionate parole di Odifreddi.

  13. filosofiazzero Says:

    Ragusano:
    Odifreddi? Un povero diavolo…
    Quando io chiedevo cosa ne pensavate voi di quel suo discorso sul giornale suo omologo (in questo di sicuro hai ragione) la domanda era sulla guerra fra istraeliani.e palestinesi
    Ovviamente solo un “nulla” a fronte del nostro destino cosmico!

  14. md Says:

    @Ragusano: che c’entra MD con Odifreddi, scusa?
    E dove e cosa avrei – io MD – mai censurato, se stai scrivendo qui – cioè in casa mia – da giorni e giorni un po’ quel che ti pare e come ti pare?
    E detta alla salentina, più in generale: ce c’entra lu culu cu li quattro tempora?

  15. md Says:

    Scrive Ragusano:
    “La tecnica mi permette di scrivere qui contro volontà e così il messaggio di Odifreddi contro volontà annientante La Repubblica viaggia indisturbato nella rete e così io domandi sbugiarderò Odifreddi che si dice diverso di LaRepubblica proprio nel suo sito”

    Qualcuno (possibilmente non Ragusano che ha una prosa incomprensibile) mi vuole spiegare che significa? (Amesso che qualcuno lo abbia letto, naturalmente)

  16. md Says:

    Beh, sulla proporzione (anzi sproporzione) numerica delle vittime, il discorso di Odifreddi è ineccepibile.
    Decisamente meno azzeccato il parallelo storico con i nazisti, che non spiega granché di quel che sta accadendo, e che ha semmai l’aria di essere il solito artificio retorico un po’ inutilmente provocatorio.
    La considerazione da fare è semmai che Netanyahu vuol vincere le elezioni bombardando Gaza. E che anche ad Hamas un attacco fa comodo perché potrebbe allargare la sua influenza in Cisgiordania, ecc.ecc.
    Dopo di che è molto probabile che ci sarà una tregua. Ma sarà, appunto, solo una tregua.

  17. Alessandro Vaglia Says:

    …che chi di spada ferisce di spada perisce…

  18. Alessandro Vaglia Says:

    …la spada è la tecnica…

  19. Alessandro Vaglia Says:

    Comunque, detto da lei questa mia incomprensione comprensibilissima mi esalta, meglio essere incompresi da lei ma essere a posto con la propria coscienza che essere comprensibilissimi e continuamente contraddittori.

  20. Alessandro Vaglia Says:

    non creda che l’abbia particolarmente con lei , per me è solo un gioco linguistico, anzi lei mi è pure simpatico in quanto impotente, Molto meno l’Odifreddi bacchettone comunista e fascista, appunto contraddittorio in seno a volontà , assolutamente lo stesso e medesimo in sede di verità ( l’essere comunisti e fascisti vero MD ? o pacifisti e guerrafondai).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: