Mieiku: impazienza

image

nessun verso convincente
troppo fragile primavera
per scriverne

*

troppi bruni e marroni
per la mia impazienza
di verdi rinascite

*

prima farfalla nel bosco
in punta di gemma

*

macchie di colore
floreale pointillisme
dita d’aprile

Annunci

Tag:

8 Risposte to “Mieiku: impazienza”

  1. Alessandro vaglia Says:

    bagnati i sentieri
    Scivolose le radici
    Bianche macchie di neve ancora indugiano

    Che dell’inverno ha il suo rifiuto?
    Il canto del cigno
    Mostra le sue bianche penne

    l’eterno apparire
    Che al comparir della primavera
    Vela e disvela.

  2. carla Says:

    piccolo tremito d’ali
    il corvo si posa, piano
    in punta di pesco

    (divertente:-)

  3. filosofiazzero Says:

    …buio d’inverno infinito,
    scomparita è la luce,
    dal cielo.

  4. sandro Says:

    corolle come palpebre
    nascondono tra lacrime
    lo sguardo dei petali

  5. xavier Says:

    (Prosaico) Più in alto i cervi affamati scendono a cercare il cibo che non trovano ancora tra la neve. Hanno mangiato tutto quanto mi stava attorno. Se ci fosse stato il Vaglia, li avrebbe stesi tutti col suo fucile mitragliatore?

  6. Alessandro Vaglia Says:

    sento i passi
    odo il respiro
    sono sorpreso
    ma come, e perché
    ma non avevi detto che non esistevi?
    ma come, e perchè
    sono sorpreso
    odo il respiro
    sento i passi

    xavier questo proiettile lo dedico a te e spero di averti colpito altrimenti pazienza, vorrà dire che ti colpirò la prossima volta.

  7. xavier Says:

    Mancato, caro Vaglia, mancato (sospetto che, in quanto a mira, non ci siamo proprio), o forse ha sparato solo in aria (fritta)?

  8. Alessandro Vaglia Says:

    Se debbo parlarvi della Sicilia, beh…
    che dire..
    posso dire.
    si
    posso proprio dire io della Sicilia
    so cosa è la Sicilia io
    la conosco la Sicilia io
    la Sicilia io l’ho scalata
    l’ho sorvolata,
    l’ho sondata nei profondi mari
    e… ci ho fatto anche all’amore io con la Sicilia
    un amore intenso
    un amore vero
    di quegli amori che ti fanno soffrire
    e che ti tormentano
    e non ti lasciano riposare nemmeno per un attimo
    gli amori eterni
    che solo quando sei un bimbo ti marchiano per tutta la vita:
    io c’ho fatto all’amore su quello scoglio io
    c’ho fatto all’amore io lì.
    Ma la Sicilia è qualcosa che non si lascia prendere
    no
    la puoi conquistare
    ma non la puoi prendere
    lei non si lascia prendere, è no caro,no;
    è troppo bella per diventare tua
    è troppo vera per apparire insincera
    lei sta con tutti ma non vuole nessuno.
    Oh Sicilia quante calde giornate mi hai regalato
    quante gioie
    ricordi?
    Quando mi accarezzavi dolcemente preoccupata del mio avvenire?
    potrò mai ripagarti ?
    chiedimi cose
    si chiedimi
    vedrò cosa posso fare
    quali le mie energie per accontentarti
    tu che ti scivolano tutti addosso e nessuno ti ci piglia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: