Lunedì filosofici in biblioteca

index

Dopo l’esperienza dello scorso anno, che ha rivelato il bisogno di confronto e di socializzazione dei problemi, delle domande più cruciali, delle ansie, ma anche della bellezza e dello stupore che attraversano le nostre vite – abbiamo pensato di proseguire il cammino. E di allargare gli orizzonti con l’introduzione di nuovi temi, in gran parte suggeriti e proposti dai partecipanti al gruppo.
Che naturalmente vuole crescere ed aprirsi ad altre e ad altri.
Quest’anno, in definitiva, ci occuperemo di dialettica! Però non fatevi impressionare dalla parola…

Questo il calendario degli incontri:

21 ottobre – L’inizio e la fine del mondo: nascita e apocalisse
18 novembre – L’amore: tra èros e agape*
16 dicembre – Maschile/femminile: la guerra dei sessi
20 gennaio – Teodicea, ovvero il male nel mondo*
17 febbraio – La fiducia, cura delle passioni tristi
17 marzo – Agonismo e competizione: per una paideia dello sport
14 aprile – Etica ambientale: principio-speranza versus
principio-responsabilità
19 maggio – La musica, l’arte, la bellezza: realtà o finzione?

(*Durante gli incontri del 18 novembre e del 20 gennaio è prevista la presenza del teologo Marco Paleari)

Di volta in volta verranno segnalati testi, letture, poesie, video, film, canzoni o qualunque altro spunto utile alla riflessione e alla discussione sul tema dell’incontro successivo.

L’accesso è del tutto libero e non richiede alcuna iscrizione. Ore 21, presso la Biblioteca di Rescaldina, via Battisti 3.
Ad introdurre e coordinare – con discrezione – il vostro md…

Autore: md

Laureatosi in Filosofia all’Università Statale di Milano con la tesi "Il selvaggio, il tempo, la storia: antropologia e politica nell’opera di Jean-Jacques Rousseau" (relatore prof. Renato Pettoello; correlatore prof. Luciano Parinetto), svolge successivamente attività di divulgazione e alfabetizzazione filosofica, organizzando corsi, seminari, incontri pubblici. Nel 1999, insieme a Francesco Muraro, Nicoletta Poidimani e Luciano Parinetto, per le edizioni Punto Rosso pubblica il saggio "Corpi in divenire". Nel 2005 contribuisce alla nascita dell’Associazione Filosofica Noesis. Partecipa quindi a un progetto di “filosofia con i bambini” presso la scuola elementare Manzoni di Rescalda, esperimento tuttora in corso. E’ bibliotecario della Biblioteca comunale di Rescaldina.

6 pensieri riguardo “Lunedì filosofici in biblioteca”

  1. Che iniziativa interessante! Sarebbe bello ci fosse sul blog un resoconto di ogni incontro (magari è già previsto), per chi come me (vivo a Roma) non può parteciparvi.

  2. grazie, a prima vista quelli che aspetto maggiormente sono quello su musica, arte e bellezza (essendo anche musicista) e, da insegnante, quello sullo sport e la sua paideia al di là della mera competizione, visto il richiamo che ha sugli adolescenti.
    Ma sono certo che anche negli altri non mancheranno spunti per far nascere qualche idea non ancora pensata prima.

  3. Suona di sicuro strano in quanto siamo abituati a pensare che dicendo “Io” Gesù parlasse di sé. In realtà è molto più probabile che intendesse l’Io di ciascun individuo ed è sorprendente come solo in questa maniera le sue parole riportate negli stessi vangeli acquistino un senso coerente. L’Io è sempre più grande di ciò che l’uomo crede di sapere, è sempre più al di là di dove giunga lo sguardo cosciente e fa sempre da guida alla ragione umana in ogni istante del corso della vita (se la ragione impara ad ascoltarlo). Secondo Gesù, dice Sibaldi, tra l’Io e il Noi non può esserci accordo e nemmeno comunicazione. L’Io è un principio di identità umano e divino allo stesso tempo; è in ognuno, è la piena coscienza che un uomo può avere di sé e Dio ne è sia il Padre che la guida in ogni momento (se l’uomo ha il coraggio di accorgersene). Il Noi invece è un prodotto di questo mondo e di conseguenza lo si considera un altro principio di identità. Gli uomini entrano in un Noi, e diventano un Noi, quando abbandonano l’identità dell’Io. Questo succede in quanto la dimensione dell’Io fa paura; quando si ha paura si cerca riparo, protezione, rifugio e, in questi termini, quale nascondiglio è migliore di un Noi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: