Non si poteva dir meglio del concetto di amore

Gustave_Klimt_KLG006Leibniz passa per un filosofo algido e calcolatore, oltre che cortigiano. Insomma, pur essendo stato un grande pensatore, di solito non ispira molta simpatia.
Eppure capita di leggere nei suoi scritti perle come le seguenti: «Amare… ossia aver caro è provar piacere della felicità di un altro, ovvero, che è lo stesso, accogliere nella propria la felicità altrui»; «Il bene altrui potrà infatti essere il nostro, ma come mezzo, non come fine. Io rispondo però: anche come fine, anche come ricercato di per sé, quando è portatore di gioia. Infatti tutto ciò che dà gioia viene cercato di per sé e tutto ciò che viene cercato di per sé dà gioia».

Annunci

Tag: , , ,

3 Risposte to “Non si poteva dir meglio del concetto di amore”

  1. Andrea Papaccio Says:

    Passo eccezionale! Si potrebbe avere la fonte?

  2. md Says:

    @Andrea: se non ricordo male si tratta di lettere (io le ho trovate citate da Mugnai nella sua Introduzione alla filosofia di Leibniz), comunque verifico e ti faccio sapere.

  3. md Says:

    La prima parte della citazione viene dall’Opera omnia curata da Dutens (4,III, p.294), mentre la seconda parte viene dai Mitteilungen aus Leibnizens ungedruckten Schriften curati da Mollat (p.30), che io ovviamente non ho consultato direttamente, ma trovati comodamente tradotti e citati da Mugnai, alle pp. 223-4 del testo sopra citato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: