Filosofeggiare è spinozeggiare

p_cvdroit_spinoza03

Ecco i 32 pensieri in 33 tweet, che ho pubblicato su twitter nello scorso mese di settembre, e rimbalzati anche qui sulla Botte. Soliti esperimenti social dal dubbio valore – ma “valore” è parola squalificatissima, come le cronache giudiziario-tangentizie (anche in questi giorni) sempre ci insegnano; accontentiamoci dunque della sobrietà di Spinoza, della sua misura ma anche della potenza calma contenuta in quei continui rimbalzi tra etica ed ontologia – ad indicare che, tutto sommato, la “retta maniera di vivere” è pressoché scritta tutta quanta nella nostra “natura” – se è vero che natura è pieno e lieto godimento di sé e del mondo, reso ancora possibile da quel briciolo di razionalità di cui saremmo latori. Facilissimo a dirsi, difficilissimo a farsi.

0 Filosofeggiare è spinozeggiare! 32 passi nel giardino rigoglioso dell’Etica di Spinoza. 32 pensieri sulla retta maniera di vivere
1 Noi siamo natura, nient’altro che natura. Un unico individuo che concepisce sé tramite l’altro
2 I desideri sono azioni, in quanto indicano la nostra potenza – passioni, in quanto siamo impotenti e in balìa del mondo esterno
3 Le azioni, in quanto desideri razionali, sono sempre buone
4 Fine ultimo e suprema felicità dell’uomo è la comprensione adeguata di sé e del mondo
5 Cattive sono le cose che paralizzano la mente e impediscono di godere razionalmente della vita
6 Il male esiste solo nella misura in cui ha cause esterne o a noi ignote [ndr nel caso di Spinoza con le sembianze di un pugnale]
7 La vita sociale, in accordo con la natura, favorisce la potenza di agire
8 L’utilità di ciascuno è un supremo diritto di natura
9 Niente è più utile all’uomo di un uomo guidato dalla ragione. L’eccellenza è l’educazione razionale
10 L’inimicizia tra umani è la più temibile, perché in natura la più potente
11 Solo l’amore e la generosità, non le armi, possono disinnescare l’inimicizia
12 L’utilità massima per gli umani ha nome relazione, unità, amicizia
13 Ma per lo più gli esseri umani sono irrazionali, mutevoli e deboli
14 Meglio andare controcorrente e sopportare i mali in vista del bene comune
15 La religione e la moralità sono necessarie alla vita sociale e funzionali alla concordia
16 La paura, che non è mai razionale, è però anch’essa funzionale alla concordia
17 Alla carità privata è preferibile lo stato sociale
18 Massima cautela nell’accettare doni e benefici
19 Massima cautela nella gestione dell’eros
20 Il matrimonio è l’organo che contempera la libido con le necessità procreative e sociali
21 Il servilismo genera una pace terrificante
22 L’abjectio (avvilimento, autosvalutazione, umiltà sospetta), apparentemente morale, è superbia dissimulata
23 La vergogna è un elemento irrazionale della concordia
24 L’indignazione e i consimili affetti tristi contribuiscono solo apparentemente all’equità e alla giustizia sociale
25 La virtù è potenza razionale priva di paura e ricolma di gioia. Virtuoso non è chi fustiga ma chi moltiplica la potenza di agire
26 Tutto ciò che non è umano è asservibile all’umano [ndr unico punto su cui dissento radicalmente da S.]
27 Maggiore il godimento e l’esercizio della corporeità nella sua massima estensione e molteplicità, maggiore l’attività mentale
28 Il denaro è compendio di tutte le cose – e droga della mente
29 La conoscenza consente di regolare la ricchezza solo in relazione al bisogno
30 E’ buono ciò che procura gioia e piacere, cioè espansione del corpo e della mente. Ma con prudenza
31 Natura è pieno e lieto godimento di sé e del mondo; fare il bene per evitare il male, essere guidati dalla paura è superstizione
32 L’esercizio della ragione è accettare e desiderare solo ciò che è necessario – ed è l’unica verità possibile

Annunci

Tag: ,

8 Risposte to “Filosofeggiare è spinozeggiare”

  1. IL DELFINO Says:

    L’ha ribloggato su IL DELFINOe ha commentato:
    Sottoscrivo con la convinzione più piena tutte queste massime di Spinoza, pubblicate dal filosofo Mario Domina sul suo blog “La botte di Diogene”.
    Aggiungo che, se io condivido – nel senso più pieno della parola – la natura di Spinoza, Mario Domina, per ora, si è limitato a pubblicarla. Egli, infatti, è ancora lontano da quello spirito filosofico se è vero, come è vero, che non riesce ancora a digerire un piccolissimo pasto come una critica ad un suo scritto. Mi è capitato di sperimentarlo personalmente.
    Aggiungo, inoltre, che egli non ha compreso il punto 26, fraintendendo il termine asservimento: esso non va inteso, in senso borghesemente negativo, come “dipendenza”, “sfruttamento” ma nel senso sobriamente razionalistico, proprio di una natura come quella di Spinoza, di “porre in rapporto” all’uomo, come misura e soggetto delle cose non coscienti.

    IL DELFINO

  2. md Says:

    @IL DELFINO

    E di fatti Spinoza non utilizza affatto il termine “asservimento”, è una mia libera ed arbitraria re-interpretazione. Il testo spinoziano cui faccio riferimento è il seguente:

    “Praeter homines nihil singulare in natura novimus, cujus
    Mente gaudere, et quod nobis amicitia, aut aliquo consuetudinis
    genere jungere possumus; adeoque quicquid
    in rerum natura extra homines datur, id nostrae utilitatis
    ratio conservare non postulat; sed pro ejus vario usu conservare,
    destruere, vel quocunque modo ad nostrum usum
    adaptare nos docet”.

    Mi pare una distinzione di lana caprina quella “borghesemente negativa” di dipendenza/sfruttamento rispetto a quella sobriamente razionale di un misurato assoggettamento di ciò che non è cosciente (tra l’altro la mia gatta è coscientissima, e avrebbe alcune cose da dire in proposito, suppongo; ma anche la mia vecchia amica zecca, molto meno simpatica e socievole).

    E con questo, almeno, potrai dire di avere sperimentato per la seconda volta (!) una mia indigestione ad una critica.
    Se poi siano grandi o piccole l’una o l’altra, non saprei dire.
    Magari è lo “spirito filosofico” a saperlo, ma quello è molto più sfuggente di quanto tu (ma anche io) non pensiamo o pretendiamo.

  3. Lilia da Frusseda Says:

    con buona pace di coloro che ancora pensano che un “blog filosofico” sia noioso

  4. IL DELFINO Says:

    Mario Domina, mi sei simpatico; lo dico sul serio! …..reagisci senza epurazioni e, soprattutto, umanamente e filosoficamente!
    Ti classifico tra gli umani, per me fatto importantissimo.
    Se riuscirò a farti avere meno puzza sotto il naso, sarà l’apoteosi! ….per adesso, mi accontento così!

    P.S. Non fare più citazioni latine – o anche greche – perché non mi spavento!

  5. IL DELFINO Says:

    Ciao, Lilia! ….non possiamo dare tutti i torti a quelli che la pensano così se è vero, come è vero, che i filosofi contemporanei sono troppo “olimpici” rispetto a quelli greci. Con la differenza che, ogni tanto, qualche “olimpico”, tipo Zeus o Afrodite, qualche incursione sulla terra la facevano!

  6. sergio Says:

    @Md

    “Natura è pieno e lieto godimento di sé e del mondo”.
    Dopo aver letto Leopardi, su questa affermazione mi trovo in difficoltà.
    Sottotitolerei: “Dalla Bibbia con amore”.

    “Ma per lo più gli esseri umani sono irrazionali, mutevoli e deboli”
    Concordo e quindi considero le indicazioni spinoziane come pane solo per denti aristocratici (uber alles).
    Insomma pochi ma buoni (eletti).
    Del resto tu giustamente sostieni che quanto proposto è “Facilissimo a dirsi, difficilissimo a farsi.”

  7. md Says:

    @Il Delfino
    impossibile non fare citazioni, ogni cosa che diciamo/facciamo è una citazione. E a pensarci bene, questo sì che dovrebbe spaventarci!

  8. md Says:

    @sergio: Spinoza era forse un inguaribile ottimista, ma forse, più che altro, guardava al mondo da altezze siderali, con incommensurabile pietà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: