Impronte globali

Qualche considerazione sparsa sullo Strategic Concept NATO 2022.

1) Ne vien fuori una sorta di documento ideologico-strategico a tutto campo, nel quale si sostiene – in soldoni – che di qua c’è il bene e di là c’è il male. Noi siamo benigni, loro sono maligni. I nostri sono i valori buoni, i loro no.

2) In prima istanza “loro” sono i cattivi del momento (Russia – descritta come il nemico numero 1, il grande destabilizzatore dell’ordine internazionale – a seguire una non meglio specificata minaccia terroristica, Iran, Corea del Nord, insomma i soliti stati-canaglia, cui aggiungere a piacere varie entità non-statali).

3) Ma l’articolo 13 del documento – che indica nella Repubblica Popolare Cinese la principale sfida sistemica – ne esplicita il cuore: “La RPC usa una vasta gamma di strumenti politici, economici e militari per aumentare la sua impronta globale (global footprint)” – anche se (sottinteso: a differenza nostra che siamo trasparenti) il suo progetto strategico resta opaco.

4) Ora: la vasta gamma di strumenti usati da RPC non è esattamente la stessa vasta gamma usata dai paesi della NATO (e dal suo vero pilastro strategico, ovvero USA) per imporre al mondo le regole del gioco? Da questo punto di vista la Cina viene indicata come il sistema che “si sforza di sovvertire l’ordine internazionale basato sulle regole”. Regole decise da chi?

5) E di fatti, quando il documento cita le “regole” non si sogna minimamente di dire da dove queste regole vengono fuori, come e in che modo si è arrivati a stabilirle, e soprattutto a chi giovano. Quasi si trattasse di qualcosa di astorico, senza tempo ed universale.

6) Credo che una novità importante riguardi il cyberspazio e le “minacce ibride”, che dunque allargano le possibilità di invocare l’articolo 5 per un intervento armato in difesa degli alleati.

7) Lungo tutto il documento si citano le sfide e le crisi globali, specie quella climatica: la parola resilienza – che va molto di moda – viene usata almeno una dozzina di volte. Dunque ci si prepara ad una gestione essenzialmente militare-emergenziale delle crisi: non sarà più principalmente la sfera politica ad occuparsene, ma – questo lo si deduce abbastanza facilmente – generali e tecnocrati. Salvo ripetere come un mantra che “loro” là fuori sono autoritari, mentre noi nella nostra fortezza occidentale siamo liberi e democratici.

8) Gli articoli del documento sono 49, chissà perché non hanno fatto cifra tonda, e allora il 50 glielo aggiungo io: i precedenti 49 articoli che vorrebbero descrivere l’alleanza NATO come il regno del bene, mentono sulla cosa essenziale, ovvero che lo “stile di vita” dei paesi aderenti (in primis USA, paese che detiene la vera leva del comando, che si sostanzia nella supremazia nucleare – ma direi anche chimico-batteriologica e biostrategica, faccenda quantomai opaca – e dunque in un’idea sempre più ampia di deterrenza), proprio tale “stile di vita” che si vuol mantenere ad ogni costo, rappresenta la principale minaccia alla sicurezza globale e alla vita sul pianeta.

Qui è reperibile il documento originale.

Autore: md

Laureatosi in Filosofia all’Università Statale di Milano con la tesi "Il selvaggio, il tempo, la storia: antropologia e politica nell’opera di Jean-Jacques Rousseau" (relatore prof. Renato Pettoello; correlatore prof. Luciano Parinetto), svolge successivamente attività di divulgazione e alfabetizzazione filosofica, organizzando corsi, seminari, incontri pubblici. Nel 1999, insieme a Francesco Muraro, Nicoletta Poidimani e Luciano Parinetto, per le edizioni Punto Rosso pubblica il saggio "Corpi in divenire". Nel 2005 contribuisce alla nascita dell’Associazione Filosofica Noesis. Partecipa quindi a un progetto di “filosofia con i bambini” presso la scuola elementare Manzoni di Rescalda, esperimento tuttora in corso. E’ bibliotecario della Biblioteca comunale di Rescaldina.

1 commento su “Impronte globali”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: