Posts Tagged ‘etica’

Settimo fuoco: entropè

mercoledì 27 aprile 2016

url-121

Etica – estetica – scienza
tenteremo di far convergere questi filoni di pensiero e di ricerca, di riunificare cioè quel che per troppo tempo (specie dal XIX secolo in poi) è rimasto separato.

Carlo Rovelli – nelle sue brillanti Sette brevi lezioni di fisica – lo fa allusivamente.
Enzo Tiezzi – nel testo base di questa sera, Fermare il tempo – lo fa programmaticamente: tanto è vero che il sottotitolo è Un’interpretazione estetico-scientifica della natura.
[A tal proposito occorrerebbe subito perorare la causa di ben due riunificazioni urgenti:
a) quella tra due aspetti della natura, già chiaramente identificati da Galileo, ovvero quantità (proprietà primarie della materia) e qualità (secondarie, inessenziali) – la prima oggettiva, e dunque misurabile, l’altra soggettiva, e dunque poco attinente ad una conoscenza rigorosa. È un argomento affascinante, del quale ho diffusamente parlato qui, ma che ci porterebbe troppo lontano.
b) e quella – ormai vetusta ed incomprensibile – tra scienze naturali e scienze umane, tra cultura scientifica e cultura umanistica]

(more…)

Annunci

#Spinoza

lunedì 31 agosto 2015

A-v6nbkV_400x400

Un po’ come successo l’anno scorso con i 100 tweet sulla storia della filosofia, da domani 1° settembre per un mese circa lancerò su Twitter (https://twitter.com/BottediDiogene) 33 tweet su Baruch Spinoza, al ritmo di uno al giorno.
Me ne ha dato l’occasione una cosa che sto scrivendo: scartabellando tra gli appunti della lettura dell’Etica, ho trovato 32 righe (o poco più) nelle quali tentavo di sintetizzare (e reinterpretare) i 32 capitoli che costituiscono l’Appendice della quarta parte dell’opera. Sono a loro volta capitoli brevissimi, di poche righe (al massimo una quindicina), nei quali Spinoza riassume le cose da lui esposte “sulla retta maniera di vivere”, che gli erano sembrate troppo disorganiche, sparse qua e là, e prive così della possibilità di “essere colte con un solo sguardo”.
Mi sono reso conto, rileggendo sia quei capitoli sia le mie brevissime “traduzioni”, che costituivano una straordinaria summa del pensiero spinozista, quasi un colpo d’occhio sull’intera sua opera. E contemporaneamente un’introduzione propedeutica a chi non lo conosce affatto – che può persino essere trasmessa in rete sotto forma di quotidiani cinguettii. Per lo meno ci proverò.
L’hashtag sarà, ovviamente, ‪#‎Spinoza‬; l’esperimento potrà essere seguito anche sulla Botte, in cima al blogroll qui accanto a destra, dove i tweet compariranno via via. Al termine li pubblicherò tutti insieme, per vedere l’effetto che fa.