Mieiku: Sicilia di maggio

gialli occhi di ginestra
macchie mute sui pendii
vestono l’isola a festa

***

spicchi succosi in gola
profumo di zagara nelle narici
la vita in circolo

***

arrotolarsi al sole
accanto a nere spire
che fan capolino dai sassi

***

lucertole smeraldo
nel sole di maggio
saettanti tra le erbe
al levar dei sandali

***

piogge torrenziali
disfano le terre
che trasmutano
in vegetali sinfonie

***

immerso nel tirreno gelido
tra verdi nebrodi e azzurre eolie
il cuore cessa di battere
tracotante
beato

Annunci

4 Risposte to “Mieiku: Sicilia di maggio”

  1. Francesco Says:

    Mioku:

    La rondine loquace
    Chiacchierella con le amiche
    È festa

  2. carla Says:

    ma che belli…!
    sarebbero 7,7,7, sillabe?
    sono più pratica di haiku 🙂

  3. md Says:

    @Francesco
    simpatico quel “chiacchierella”

    @carla
    sono versi del tutto liberi, senza alcuno schema se non quello del “così mi pare che suoni bene”; dell’haiku vorrebbero riprodurre per lo meno l’essenzialità: rappresentare con il minor numero di parole una situazione emozionale, legata in genere, se non ad un kigo, per lo meno ad un riferimento al mondo naturale;
    grazie per l’apprezzamento!

  4. Mieiku: Lombardia di maggio « La Botte di Diogene – blog filosofico Says:

    […] (un anno fa era Sicilia di maggio) […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: